Live Sicilia

basket - serie a2

Risorge la Moncada Agrigento
Attacco super, Tortona si arrende


Articolo letto 370 volte

Dopo quattro sconfitte arriva la vittoria per i biancazzurri contro i piemontesi.

VOTA
0/5
0 voti

PORTO EMPEDOCLE (AGRIGENTO) - Il poker di sconfitte viene finalmente messo alle spalle dalla Fortitudo Moncada Agrigento, che torna a regalare una bella soddisfazione ai propri tifosi vincendo nell'impianto di Porto Empedocle contro la Bertram Tortona, squadra che si è rivelata un osso duro soprattutto nella prima metà di gara. Dopo il rientro dagli spogliatoi è venuta fuori in maniera lampante la voglia di vincere e di riscattarsi della formazione biancazzurra, che ha continuato a tirare con grandi percentuali anche dopo la ripresa delle ostilità, prima di chiudere la partita in scioltezza e regalare minuti importanti anche ai giocatori che giocano meno, e al tempo stesso qualche minuto di meritato riposo ai big a disposizione di Franco Ciani. La vittoria ottenuta contro la compagine piemontese fa dunque rinascere la Fortitudo dopo un inizio di 2018 negativo e fatto di sole sconfitte, in modo anche da proseguire il proprio campionato a velocità di crociera e senza brutte sorprese, con la classifica che ha subìto una brutta involuzione nelle ultime gare.

E dire che in avvio di gara Tortona ha creato più di un grattacapo alla Fortitudo, in particolare con Garri che sotto canestro ha inscenato un bel duello con Zilli, alla prima presenza in quintetto davanti al suo nuovo pubblico. Johnson dava una grande mano in attacco alla Bertram, mentre dall'altra parte i punti erano ben distribuiti tra gli elementi del quintetto, in particolare con un Cannon in grande spolvero. Gli ospiti chiudono il primo quarto avanti 24-25, ma nel secondo periodo viene fuori la Moncada che tutti si aspettano di vedere: gran lavoro in difesa e attacco finalmente ispirato, con Pepe e ancora una volta con il lungo americano tra i protagonisti, mentre Williams si diverte a smazzare assist (saranno 6 a fine gara). Tortona va in difficoltà su entrambi i lati del campo, Agrigento scappa e va al riposo lungo sul 48-41. La buona striscia dei padroni di casa prosegue in un ottimo terzo quarto, durante il quale sale in cattedra Evangelisti: il capitano mette a segno triple importanti, poi ci si mettono Williams e ancora Cannon a fare male in attacco, mentre Tortona prova ad affidarsi ancora a Garri e Sorokas, ma non bastano.

Avanti di tredici punti al termine del terzo quarto, la Fortitudo si è limitata a gestire energie e ritmo della partita per condurre in porto la nave con dentro i due punti. Emerge, com'è spesso accaduto nei quarti periodi delle gare precedenti, un Simone Pepe capace di dare energia e triple alla Moncada, dall'altra parte Tortona tenta una disperata rimonta ma la regia di Zugno consente ai padroni di casa di non perdere mai la rotta, e di conseguenza di vincere la partita. E Franco Ciani, in sala stampa, non può non sottolineare la propria soddisfazione: "Sapevamo di poter vincere solo con una buona prestazione sul piano tecnico e dell'intensità. Abbiamo giocato bene, smarrendo un po' il ritmo nell'ultimo quarto ma quando ormai la gara aveva preso una piega decisa, e abbiamo ottenuto una vittoria importante. Potrà tornare quel sorriso che avevamo perso nelle ultime settimane, e ritroviamo la convinzione. Abbiamo intrapreso un percorso a settembre che ancora oggi può darci soddisfazioni, oltre alla possibilità di competere ad alti livelli. Dobbiamo archiviare subito questa partita, dobbiamo subito pensare alla sfida di Casale".

TABELLINO

FORTITUDO AGRIGENTO - BERTRAM TORTONA 88-78 (24-25, 48-41, 73-60)

AGRIGENTO - Williams 12, Evangelisti 15, Pepe 12, Guariglia 11, Lovisotto, Cannon 22, Zugno 8, Ambrosin 4, Cuffaro, Zilli 4.

TORTONA - Johnson 14, Quaglia 7, Garri 18, Sorokas 13, Gergati 3, Radonjic 2, Divac 3, Spanghero 10, Meluzzi ne, Stefanelli 8.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php