Live Sicilia

Calcio - Serie C

Sicula Leonzio, novità al "Nobile"
Il club ne assume la gestione


Articolo letto 3.149 volte

Il patron Leonardi e il sindaco Bosco stipulano l'accordo: i lavori accelerano.

VOTA
0/5
0 voti

LENTINI (SIRACUSA) - Ben presto, la Sicula Leonzio potrà tornare a vantare l'esistenza e la piena funzionalità della propria casa. Nella giornata odierna, infatti, è stato reso noto il passaggio nelle mani del club bianconero, della gestione dell'"Angelino Nobile", lo stadio che ormai da tre mesi non può ospitare le partite interne in campionato della formazione guidata ora da Aimo Diana a causa dei lavori per l'installazione dell'impianto di illuminazione, necessario per far sì che il club e l'impianto si potessero mettere al passo con le norme in vigore della Lega di serie C. Nel corso di una conferenza congiunta, che ha avuto luogo presso il Palazzo di Città di Lentini, il primo cittadino Saverio Bosco e il presidente del club leontino Giuseppe Leonardi hanno espresso grande soddisfazione per questo passo importante fatto in merito al futuro dello stadio "Nobile", con la Sicula Leonzio che in prima istanza vuole far sì che l'impianto abbia tutto quel che serve per riaprire al più presto e consentire ai tifosi bianconeri di riempire nuovamente gli spalti.

A rendere pubblica la propria soddisfazione al termine della riunione e dopo l'annuncio dato dall'amministrazione locale, è stato per primo Giuseppe Leonardi. Il presidente della Sicula Leonzio spiega quanto sia importante che sia il club in prima istanza ad occuparsi della gestione e dei lavori che riguardano lo stadio, sperando di renderlo nuovamente disponibile al più presto per i tifosi e la squadra: "L'Angelino Nobile sarà presto un salotto. Cinque anni fa non avevamo quasi nemmeno un campo in cui far giocare la squadra. La curva era abbandonata, non vi era una sala stampa e troppe erano le difficoltà. La società ha combattuto su vari fronti. Mantenere la Serie C, con obblighi di categoria superiore, non è affatto semplice. Stiamo allontanando le famiglie dalla Sicula Leonzio. Siamo però vivi, siamo agli sgoccioli di questi lavori. Ci auguriamo di accogliere, all'Angelino Nobile, gli amici catanesi per una grande festa di sport. È il nostro auspicio, stiamo correndo. La Sicula Leonzio è abituata a programmare. Quest'anno purtroppo ci hanno spiazzato - conclude Leonardi - ma è importante rientrare nella nostra casa il più presto possibile".

Ha preso la parola in tal senso anche Saverio Bosco, il quale riproduce in maniera ancor più forte la linea verde che si sta tenendo in quel di Lentini. Il primo cittadino del comune del Siracusano, uno dei più giovani eletti in Italia, ha consegnato la gestione dell'"Angelino Nobile" a Leonardi, che a propria volta è il presidente più giovane di una squadra di calcio professionistica. Un passaggio di consegne importante per il club bianconero e per la stessa amministrazione locale, che ora si augura che presto la casa della Sicula Leonzio potrà tornare a riempirsi e ad ospitare calcio: "La Sicula Leonzio ha di nuovo e finalmenteuna casa. Comunichiamo la consegna di uno stadio. Non esiste lo stadio "Angelino Nobile" senza la Sicula Leonzio, e nemmeno una Sicula Leonzio senza il proprio stadio. Voglio fare un plauso al Presidente Giuseppe Leonardi, il più giovane anagraficamente in campo professionistico tra i suoi colleghi. Siamo pronti ad accogliere i tanti progetti che verranno presentati in campo sportivo e sociale. Si vede la luce - conclude Bosco - , ci auguriamo che questa possa illuminare la città di Lentini e lo stadio Angelino Nobile".

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php