Live Sicilia

basket femminile

Ragusa si arrende a Venezia
Niente aggancio al secondo posto


Articolo letto 450 volte

Le biancoverdi avvertono la fatica e perdono sulla Laguna. Mercoledì il ritorno di Eurocup.

VOTA
0/5
0 voti

VENEZIA - Una Passalacqua spedizioni Ragusa apparentemente con la spia della riserva accesa cede il passo alla Umana Reyer Venezia, nello scontro diretto che avrebbe consegnato alla vincitrice il secondo posto in classifica, in virtù anche di quanto è accaduto nella gara di andata. A vincere sono state le lagunari allenate da Andrea Liberalotto, che davanti al pubblico del Taliercio hanno sfoderato una bella prestazione soprattutto in attacco, con ottime percentuali sia da due che da tre punti e soprattutto 23 assist di squadra, non un dato abituale nel basket femminile. Con cinque giocatrici in doppia cifra e appena 61 punti concessi, Venezia ha ottenuto così quel che voleva, ovvero una vittoria che consentisse di tenere il passo della capolista Schio e che soprattutto facesse staccare le inseguitrici, in primis Ragusa che dunque incappa nella seconda pesante sconfitta nel giro di quattro giorni, dopo quella rimediata a Girona nell'andata dei quarti di Eurocup. Tra due giorni ci sarà il return match, con la missione di ribaltare il punteggio maturato in Spagna, poi la sfida a Schio.

È stata una partita in cui le due squadre si sono affrontate con le migliori armi a disposizione fin dall'inizio. Ragusa non è riuscita nell'intento di rendere più intensa la propria difesa, come aveva fatto contro San Martino e Lucca, mentre dall'altra parte Venezia si affidava alla fisicità di Ruzickova e Walker nel pitturato. Così, dopo un primo quarto equilibrato veniva fuori la differenza di qualità e di consistenza nelle rotazioni delle lagunari e delle iblee. Nel secondo quarto un parziale di 14-8 in favore della Reyer sottolineava il buon lavoro della difesa della Passalacqua spedizioni ma anche le difficoltà offensive delle biancoverdi. Dopo essere andate negli spogliatoi sotto di nove lunghezze, Ragusa ha cercato di restare a contatto nel punteggio senza però riuscire ad avvicinarsi in maniera pericolosa a Venezia. Passalacqua a -5 e con il pallone in mano ma incapace di rifarsi sotto, poi nel quarto periodo le energie diminuiscono pesantemente e le ragazze di coach Recupido pagano a caro prezzo ogni errore commesso in attacco. La sconfitta sul piano del punteggio diventa dunque pesante nel finale.

Al termine della partita non manca il rammarico da parte di Gianni Recupido. Il coach della Passalacqua spedizioni lamenta soprattutto il fatto di non aver fatto un passo in avanti dopo la grande rimonta, ma sottolinea anche la fatica che le sue ragazze stanno facendo dopo una lunga serie di partite complicate e fondamentali per risalire la china in campionato e andare avanti in Eurocup: "Sicuramente una brutta partita, ci siamo avvicinati, arrivando anche sul -5 e palla in mano ma poi abbiamo commesso errori banali che ci hanno ricacciati indietro, subendo break ogni errore nostro, e questo è certamente sintomo di mancanza di energie mentali. E’ purtroppo la seconda partita che non giochiamo benissimo, loro hanno avuto grandi percentuali e noi non abbiamo difeso bene in queste due partite. Ottanta punti subiti sono certamente troppi. Diciamo che in questo periodo abbiamo fatto una gran rincorsa che ci è costata grandi energie fisiche e mentali, specie con le vittorie con San Martino e Lucca, e stiamo pagando un po’ di stanchezza sia fisica che mentale, poi è chiaro che sia Girona che Venezia siano due grandi squadre ma noi possiamo e dobbiamo fare meglio".

TABELLINO

UMANA REYER VENEZIA - PASSALACQUA SPEDIZIONI RAGUSA 80-61 (20-17, 34-25, 55-48)

VENEZIA - Micovic 2, Bestagno 4, Carangelo 12, Kacerik, Williams 15, De Pretto 13, sandri ne, Ruzickova 16, Dotto 3, Madera, Togliani, Walker 15.

RAGUSA - Consolini 6, Gorini 3, Spreafico 6, Formica 2, Miccoli, Soli 5, Bongiorno, Hamby 18, Kuster 13, Ndour 8.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php