Live Sicilia

calcio - serie c

In vetta non cambia niente
Parità tra Lecce e Catania


Articolo letto 2.872 volte

I rossoazzurri sognano con Lodi, l'ex Di Piazza riporta i salentini in linea di galleggiamento.


LECCE - Finisce in parità l’attesissimo scontro al vertice tra Lecce e Catania. I rossazzurri sognano a lungo sul terreno di “Via del Mare”, quantomai scivoloso per la pioggia, caduta prima del match e durante il secondo tempo, ma si devono accontentare della divisione della posta in palio.

Rossazzurri ben disposti in campo ed abili a sbloccare il risultato poco dopo il quarto d’ora. Di Grazia vola via in contropiede ed il suo tiro non viene trattenuto da Perrucchini. Mazzarani si avventa sul pallone per ribadire in rete ma viene steso da un difensore salentino. L’arbitro indica senza indugi il dischetto e capitan Lodi (ottima la sua prestazione complessiva) firma il vantaggio etneo. Il Lecce accusa il colpo e, poco dopo, Bogdan fallisce il comodo raddoppio spedendo il pallone alto con un colpo di testa alto a due passi dalla porta salentina. Liverani è un cane rabbioso ma non riesce a dare la scossa ai suoi mentre il Catania dà l’impressione di controllare agevolmente la gara.

Nella ripresa, con il Lecce ancora in stato confusionale, è Curiale a mancare il bersaglio da centro area con il pallone che esce a fil di palo tra le imprecazioni rossazzurre. Il tecnico giallorosso si gioca tutte le sue carte, effettuando le varie sostituzioni. Tra queste quella del bomber Di Piazza (cresciuto nel Catania) ed il nuovo entrato mette subito il suo sigillo andando a realizzare il gol del definitivo pareggio dopo aver eluso la marcatura di un intempestivo Bogdan. La partita finisce praticamente qui e a poco serve l’ulteriore girandola di sostituzioni. Il pareggio lascia immutate le distanze tra le due squadre nella classifica generale. Adesso il Lecce dovrà cercare di amministrare al meglio le quattro lunghezze di vantaggio mentre il Catania, nelle restanti 15 gare di campionato, farà di tutto per recuperare il gap.

TABELLINO

LECCE-CATANIA 1-1

LECCE (4-3-3) – Perrucchini, Riccardi, Di Matteo, Mancosu, Cosenza, Arrigoni (dal 48°s.t. Marino), Torromino (dal 13°s.t. Di Piazza), Costa Ferreira (dal 13°s.t. Tsonev), Lepore (k), Caturano (dal 30°s.t. Dubickas), Armellino. A disposizione: Chironi, Vicino, Valeri, Megelaitis, Ciancio, Gambardella, Persano, Legittimo. Allenatori: Fabio Liverani.

CATANIA (4-3-3) – Pisseri, Aya, Tedeschi, Bogdan, Caccetta, Marchese, Lodi (k), Mazzarani (dal 23°s.t. Rizzo), Di Grazia (dal 35°s.t. Semenzato), Curiale (dal 35°s.t. Ripa), Caccavallo (dal 23°s.t. Russotto). A disposizione: Martinez, Blondett, Bucolo, Fornito, Manneh, Esposito, Lovric. Allenatore: Richard Vanigli (squalificato Cristiano Lucarelli).

Arbitro: Lorenzo Maggioni di Lecco. Assistenti: Marco Cecchi (Pistoia) ed Antonio Vono (Soverato).

Reti: 19° Lodi (C) su rigore; 20°s.t. Di Piazza (L);

Ammoniti: Aya (L); Pisseri (C); Cosenza (L); Curiale (C); Di Piazza (L)

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php