Live Sicilia

calcio - lega pro

Scardina trascina il Siracusa
Pari prezioso con la Paganese


Articolo letto 9.238 volte

Il gol dell'1-1 arriva a otto minuti dalla fine, non basta Reginaldo ai campani.

VOTA
0/5
0 voti

PAGANI – Finisce in parità la sfida tra Paganese e Siracusa. Il turno infrasettimanale porta un punto nelle casse degli aretusei che escono imbattuti dal “Marcello Torre” di Pagani grazie al secondo gol stagionale di Scardina, che salva la formazione di Sottil sul finale. Una partita che ha visto comandare il gioco la squadra di casa, che però non si è mai resa pericolosa prima della ripresa, dove è peraltro andata in vantaggio con il brasiliano Reginaldo al 64’. Fino a quel momento, però, il Siracusa aveva collezionato le azioni più pericolose sfiorando la rete con Spinelli che nella prima frazione ha colto due legni al quarto d’ora ed al 37’. Decisivi i cambi di Sottil che cambiano volto al fronte d’attacco azzurro e spingono i leoni al pari finale. Paganese e Siracusa, dunque, dividono equamente il bottino di una sfida tra due squadre, il cui obiettivo rimane la salvezza, ma che potrebbero partecipare alla corsa per qualcosa di più ambizioso.

Primo tempo – Visti i tanti impegni ravvicinati Sottil opera qualche cambio negli interpreti del suo 4-3-3: confermato il pacchetto arretrato con Santurro tra i pali e difesa composta da Brumato, Pirrello, Turati e Dentice, mentre a centrocampo torna titolare dopo due turni capitan Baiocco al posto dello squalificato Giordano. Al suo fianco Spinelli e Palermo, quest’ultimo scelto per far rifiatare il bomber Lele Catania. In attacco, conferme per Cassini e Valente a supporto di Scardina. Primo quarto d’ora di gioco a tinte azzurro stellate, con i padroni di casa che gestiscono il possesso palla senza però rendersi pericolosi. Al 12’ poi una fiammata del Siracusa che va vicino al gol con Spinelli, il quale sul traversone dalla sinistra di Scardina colpisce il palo di testa con il pallone che viene successivamente spazzato via sulla linea di porta da un difensore paganese. I campani rispondono con un bel sinistro dai 25 metri di Tagliavacche che viene però bloccato da Santurro ben piazzato. Al 37’, sugli sviluppi di un calcio di punizione di Valente smanacciato goffamente da Chiriach, Spinelli conclude a porta sguarnita ma coglie in pieno la traversa e sul rimbalzo Cassini trova la deviazione di un difensore che salva in angolo.

Secondo tempo – In avvio di ripresa Santurro compie un doppio straordinario intervento, prima sul colpo di testa di Herrera e poi su Della Corte che ha tentato di ribadire in rete, ma l’estremo difensore aretuseo si oppone d’istinto con la gamba. Ancora Herrera al 54’ mette i brividi al Siracusa con un calcio di punizione velenoso che termina di poco al lato. Grassadonia aumenta il peso offensivo dei suoi richiamando in panchina Maiorano ed inserendo al suo posto Iunco intorno all’ora di gioco e la mossa del tecnico dei campani ci mette poco a dare i suoi frutti: al 64’, infatti, proprio un’imbucata dell’ex Trapani trova al centro dell’area di rigore Reginaldo, il quale piazza il pallone alle spalle di un incolpevole Santurro. Il Siracusa prova a reagire cambiando faccia al proprio fronte d’attacco con gli ingressi in campo di Dezai, Talamo e Catania ad un quarto d’ora dalla fine e al minuto 82’ sul bel traversone sul secondo palo di Dentice arriva puntuale all’appuntamento con il gol Scardina che insacca al volo da distanza ravvicinata.

Tabellino

Paganese-Siracusa 1-1 (Reginaldo 64’, Scardina 82’).

Paganese (3-4-2-1): Chiriach; Alcibiade, Camilleri, Silvestri; Cicerelli, Tagliavecche, Maiorano (Iunco 58’), Della Corte; Deli, Herrera (Pestrin 69’); Reginaldo (Caruso 83’). A disposizione: Marruocco, Mansi, Zerbo, Longo, Parlati, Stoia, Picone, Mauri, Celiento. Allenatore: Gianluca Grassadonia.

Siracusa (4-3-3): Santurro; Brumat, Pirrello, Turati, Dentice; Baiocco, Spinelli, Palermo (Catania 75’); Cassini (Dezai 70’), Scardina, Valente (Talamo 74’). A disposizione: Gagliardini, Diakite, De Respinis, Catania, Di Dio, Toscano. Allenatore: Andrea Sottil.

Arbitro: sig. Luca Detta (Mantova); assistenti: sig. Giampiero Urselli (Taranto) e sig. Giuseppe Antonacci (Barletta).

Note – Ammonizioni: Spinelli 12’, Silvestri 29’, Reginaldo 32’; calci d’angolo 5/1; tempo di recupero: 2’pt/5’st.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php