Live Sicilia

CAMPIONATO GT

La Mazza al Mugello:
"Doveva andare meglio"


Articolo letto 1.117 volte

Un quinto ed un settimo posto non sono risultati da disprezzare, però “sapendo di correre sul mio circuito preferito – ammette il pilota siciliano - mi sentivo ultra carico, ma poi non è andata come pensavo". IL VIDEO

VOTA
0/5
0 voti

automobilismo, campionato gt, Catania, francesco la mazza, mugello, Auto e Moto, Sport
CATANIA - Questa volta, il Mugello, la pista preferita, non ha portato ai risultati sperati. Francesco La Mazza era partito con altre ambizioni per il week end dedicato alla terza tappa del campionato italiano Gt. Un quinto ed un settimo posto non sono risultati da disprezzare, però “sapendo di correre sul mio circuito preferito – ammette la Mazza - mi sentivo ultra carico, ma poi non è andata come pensavo. Bene le prove libere, nonostante il bilanciamento della vettura non perfetto e gli pneumatici usurati perché utilizzati in gara 2 a Zeltweg, ma già dalle qualifiche la situazione è apparsa complicata. Nonostante la vettura fosse quasi perfetta, non sono riuscito a trovare il ritmo e anche il traffico, sia in prova che in gara 1, non mi ha aiutato. In gara 2, la partenza è stata positiva. Sono risalito dal decimo al settimo posto. Poi, il mio compagno Stefano Pezzucchi, determinante e decisivo, è riuscito a chiudere al quinto posto. Come sempre - conclude La Mazza – è stato ottimo il lavoro del team Easyrace guidato da Michele Paccagnella, così come sempre preziosi i consigli dell'Ing.Tredozi”.

Adesso, devono arrivare i risultati, e non solo nella Avon cup. Questo spera il pilota etneo che però deve fare i conti con un problema: partecipare alle gare ha un costo e non è facile: “Per questo faccio di nuovo appello alle realtà imprenditoriali catanesi e siciliane – spiega La Mazza -. Diventare partner di una vettura impegnata in un campionato importante come il Gt, rappresenta un sicuro ritorno di immagine. E poi, se vogliamo farne anche una questione di campanilismo: si aiuterebbe un pilota di casa a rappresentare la nostra terra nel panorama nazionale. Sono infatti l’unico siciliano in gara e ad Imola, per la quarta tappa, vorrei proprio esserci, ma non dipende solo da me”.

 

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php