Live Sicilia

IL MISTER ROSSAZZURRO

Maran: "Occhio ai viola"
Martedì seduta pomeridiana


Articolo letto 2.348 volte

Il tecnico rossazzurro Rolando Maran esprime il suo giudizio sulla possibile squadra rivelazione in serie A: "La Juventus può confermarsi anche in Champions, mentre Fiorentina e Roma saranno le sorprese". Pareggio a reti bianche fra i baby rossazzurri ed il Palermo, martedì il gruppo etneo riprende gli allenamenti.

VOTA
0/5
0 voti

In una domenica senza calcio, in cui gli impegni delle varie nazionali per le qualificazioni ai mondiali di Brasile 2014 la fanno da padrone, anche il Catania di Rolando Maran, come la maggior parte delle formazioni appartenenti alla massima serie, si gode una meritata pausa. Il gruppo rossazzurro, reduce dal bel successo conseguito sette giorni fa contro il Genoa al 'Massimino', ha infatti proseguito i propri allenamenti, in vista della sfida di domenica 16 contro la Fiorentina, fino a ieri presso il centro sportivo di Torre del Grifo.

All'orizzonte c'è dunque il match del 'Franchi' contro il più recente passato, rappresentato dall'ex tecnico Vincenzo Montella. L'aeroplanino ha lasciato un ottimo ricordo nel pubblico etneo ma, allo stesso tempo, qualche ruggine con la dirigenza di via Magenta per il modo repentino con cui, a fine stagione, ha richiesto la cessione. Acqua passata per Maran, mister che da Montella ha ereditato panchina e responsabilità in Sicilia, che incorona proprio l'undici viola come sicura sorpresa del prossimo campionato: "In serie A la Juventus - ha dichiarato il mister a Tuttosport -, se conferma la grinta messa in campo nella scorsa stagione, può riconfermarsi anche in Champions. Sono certo invece che la sorpresa sarà la Fiorentina, dando sempre un'occhiata alla Roma di Zeman".

Rispetto dunque, prima di tutto, per il prossimo avversario che fra le sue file annovera nomi del calibro di Jovetic, Pizzarro, Borja Valero e, da ultimo, il figliol prodifo Luca Toni che, chiusa la parentesi negli Emirati Arabi, vuole tornare a far centro nel campionato italiano. Per contrastare l'indubbio potenziale offensivo dei toscani, il tecnico di Rovereto confermerà pertanto il collaudato 4-3-3, messo in atto nelle prime frazioni contro Roma e Genoa, con il probabile passaggio al 4-2-3-1 in corsa (inserendo Castro al posto di uno fra Biagianti ed Izco). Tale opzione verrà testata anche durante la prossima settimana, in cui Maran potrà contare su tutti gli effettivi a disposizione (Izco, Almiron e Potenza sono rientrati definitivamente in gruppo, ndr).

Grande entusiasmo, nel frattempo, ieri negli spalti del campo tre di 'Torre del Grifo' per il match tra formazioni Primavera Catania-Palermo. I rossazzurri di mister Pulvirenti, che nel loro undici iniziale potevano contare sui talentuosi elementi della prima squadra Doukara, Diop e Barisic, hanno però chiuso solo sullo 0-0 contro i parietà rosanero del duo Beggi-Ruisi. Sul fronte contrattuale, infine, l'ad Gasparin, dopo aver chiuso blindato Barrientos e Gomez, si concentrerà su Giovanni Marchese, in scadenza a giugno 2013. Chi non avrà problemi a prolungare il suo contratto con il club etneo è Francesco Lodi. Il centrocampista campano si è detto disponibile a chiudere già nei prossimi giorni.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php