Live Sicilia

Europa league, la rabbia di Pastore

"Abbiamo lavorato per un anno
per l'Europa e ce la rubano così..."


Articolo letto 725 volte
VOTA
0/5
0 voti

arbitro, europa league, palermo-sparta praga, pastore, Sport
Alla fine ha scaricato tutta la sua rabbia contro l’arbitro. Un pallone scagliato contro il fischietto croato Strahnja. Un gesto di rabbia, di nervosismo, di frustrazione, dopo l’eliminazione dall’Europa League e dopo aver sbattuto come il mare sugli scogli contro la solida difesa dello Sparta. Javier Pastore ieri è tornato sulla terra. Ci ha provato, ci ha riprovato, ma nessuna delle sue giocate si è rivelata azzeccata. Alla fine del match si è guadagnato il secondo cartellino rosso consecutivo in Europa: “La mia prestazione credo sia stata positiva, in queste partite non è mai facile giocare. Ma ho sbagliato a non tirare all´arbitro l´ultima palla che ho tirato. L'arbitro ha giocato per loro, noi abbiamo lavorato per un anno per arrivare in Europa e poi ce la rubano così... Tutti i contrasti erano per loro e fischiava sempre a loro favore”. Un gesto che Rossi in conferenza stampa ha condannato: “L´espulsione di Pastore si poteva evitare. Questo dimostra che non abbiamo ancora il metro delle partite internazionali, giusto o sbagliato che sia il metro è diverso, anche nella gestione dei falli e delle ammonizioni, ci servirà di esperienza. Dobbiamo fare soltanto mea culpa”. Pastore invece viene assolto dal suo presidente: “Non è stata una cattiva partita quella disputata ieri dal Palermo – ha detto Zamparini a reterete24 - purtroppo ieri ci è mancato l'apporto di Nocerino in mezzo al campo e Pastore ha risentito dell'assenza di Ilicic, mentre ho visto molto bene Pinilla in netto recupero fisico dopo il suo infortunio. Tra le cose negative del match di ieri sera - continua Zamparini - un arbitraggio stupido, croato...".

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php