Live Sicilia

CALCIO - SERIE B

Palermo, ora l'atto finale
Stellone sfida il passato


Articolo letto 1.880 volte

Per il tecnico rosanero sarà doppia sfida in finale contro la squadra con cui ha mosso i primi passi da allenatore.

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - Pronostico rispettato in pieno. Palermo e Frosinone raggiungono come da previsioni la finale playoff per giocarsi l'ultimo posto disponibile per la serie A a conclusione di due semifinali che hanno visto entrambe le squadre, i rosanero contro il Venezia ed i gialloblu contro il Cittadella, sudare le cosiddette sette camicie per regalarsi il biglietto per l'atto finale che da l'occasione di giocarsi l'ultima chance di tornare nell'olimpo del calcio italiano. Gli uomini di Stellone, che grazie ad un'autorete hanno visto spianarsi la strada verso il successo di ieri davanti ad un 'Barbera' già in formato serie A, hanno dimostrato di meritarsi la finale anche se denotando i soliti mali osservati durante la stagione. Anche ieri, dopo il seppur fortunoso vantaggio, i rosanero infatti non sono riusciti a chiudere il match lasciando l'iniziativa agli ospiti di attaccare per lunghi tratti.

Il tecnico romano, in tal senso, deve ringraziare il 'vecchietto terribile' Pomini che fra i pali ha fatto ancora una volta i numeri sventando almeno tre limpide occasioni capitate ai lagunari. Una conferma per il 37enne ex Sassuolo che in Sicilia sta scoprendo una seconda giovinezza e che nella finale contro il Frosinone potrebbe risultare ancora decisivo per sigillare la porta dei siciliani. Adesso dunque si torna in campo fra tre giorni ancora in un 'Barbera' ci si augura sold out con La Gumina e compagni che dovranno provare a fare una grande gara per cercare d'indirizzare la promozione già verso la Sicilia.

Il fattore campo, nella sfida contro i ciociari, favorirà i ragazzi di Longo che avranno l'occasione di giocare la gara di ritorno davanti al proprio pubblico e che di conseguenza cercheranno di far valere il peso specifico dello 'Stirpe' nel bilancio complessivo dei 180' con i rosanero. Sarà poi senza dubbio, al di là della sfida decisiva per tornare in serie A, la gara di Roberto Stellone. L'attuale tecnico del Palermo è l'ex di lusso della doppia sfida avendo allenato i ciociari fino a due stagioni fa in serie A e ancora prima in Lega Pro e proprio in B centrando una storica promozione in quella piazza.

Sfida del cuore (Stellone è cittadino onorario di Frosinone dopo la storica promozione in Ciociaria) ma allo stesso tempo fra il passato ed il presente del tecnico che adesso allena il Palermo ed è ben concentrato a completare l'opera iniziata a quattro giornate dal termine del campionato con il club di viale del Fante. Una storia fra i rosanero e l'ex attaccante di Napoli e Torino che, dopo il successo contro il Venezia, ha assunto nuovi contorni visto l'affetto dimostrato dalla piazza nei confronti del lavoro svolto fino ad ora da Stellone che, in caso di promozione, si meriterebbe senza dubbio la riconferma da parte del presidente Zamparini anche nella prossima stagione in serie A.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php