Live Sicilia

CALCIO - SERIE B

Palermo, missione compiuta
Venezia ko, ora la finale


Articolo letto 9.137 volte

Semifinale di ritorno playoff al 'Barbera'. I padroni di casa superano i lagunari grazie ad un autogol di Domizzi in apertura.

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - Primo step superato. Venezia battuto come nei programmi della vigilia grazie ad un episodio in apertura di match che ha messo subito in discesa la gara del ‘Barbera’. Uno stadio pieno per il ritorno della semifinale playoff che consegna ai padroni di casa il pass per la finale da disputare la prossima settimana con la vincitrice della sfida fra Frosinone e Cittadella. L’ultimo atto per guadagnarsi l’ultimo posto in serie A in cui i rosanero ci saranno e adesso potranno crederci sul serio vista la compattezza e forza dimostrata in campo anche oggi dopo il fortunato autogol di Domizzi. 

SUBITO AUTOGOL La splendida cornice del ‘Barbera’ stracolmo in ogni ordine di posto per l’occasione carica il gruppo allenato da Stellone che dopo il fischio d’inizio si spinge subito in attacco alla ricerca del vantaggio. L’occasione arriva con un pizzico di fortuna sugli sviluppi di un’azione orchestrata da Rispoli che conclude in area in maniera debole ma insidiosa tanto da far arrivare la palla sui piedi di Trajkovski. Il macedone fallisce il tap-in vincente a tu per tu con Audero ma la conseguente deviazione del portiere veneziano finisce addosso a Domizzi che corregge dentro la porta ormai sguarnita. Lo stadio può far esplodere il suo entusiasmo incitando il nome di Coronado che in quel momento si trovava vicino allo sfortunato difensore anche se l’autorete del centrale lagunare viene certificata anche dai tanti replay. La reazione degli ospiti è affidata ad una conclusione al volo di Pinato che impegna severamente Pomini. I rosa rispondono con Trajkovski e La Gumina con Audero che però fa buona guardia. Al 45’ si va negli spogliatoio con i padroni di casa in vantaggio.

SUPER POMINI Nella ripresa Stellone non opera alcun cambio ed inserisce Rolando e Fiordilino solo nel finale per allungare la squadra che dopo aver acquisito il vantaggio lascia il pallino del gioco agli ospiti che in più d’una occasione si presenta davanti alla porta difesa da Pomini che si esalta in almeno tre diverse occasioni disinnescando gli attacchi dei lagunari. I rosa si affidano ai contropiede e con La Gumina provano a pungere.

LA GUMINA RIGORE NO I siciliano avrebbero poi a pochi minuti dalla conclusione (avanti anche negli uomini vista l’espulsione di Pinato) di raddoppiare con La Gumina su rigore guadagnato dallo stesso bomber rosanero. Dagli undici metri però il numero 20 si fa ipnotizzare da Audero che intuisce e para. E’ praticamente l’ultima occasione del match con il ‘Barbera’ che può levare alto il suo urlo finale dopo il triplice fischio di Aureliano. I rosa raggiungono la finale e attendono nel frattempo il nome dell’avversario. 

IL TABELLINO

Reti: Domizzi (aut.) 6'.

PALERMO: 22 Pomini; 3 Rispoli (cap.), 2 Bellusci, 5 Rajkovic, 19 Aleesami; 13 Gnahoré, 8 Jajalo, 35 Murawski (Fiordilino 79'); 10 Coronado, 7 Trajkovski (Rolando 75'); 20 La Gumina. A disp: 12 Posavec, 4 Accardi, 6 Struna, 9 Moreo, 16 Balogh, 23 Fiore, 24 Szyminski, 28 Dawidowicz, 30 Nestorovski, 32 Ingegneri. All: Roberto Stellone.

VENEZIA: 1 Audero; 4 Andelkovic, 13 Modolo (Litteri 59'), 6 Domizzi (cap.); 3 Bruscagin, Fabiano (Falzerano 54'), 5 Stulac, 14 Pinato, 26 Garofalo; 19 Geijo (Zigoni 85'), 17 Marsura. A disposizione: 12 Vicario, 22 Russo, 7 Bentivoglio, 8 Soligo, 18 Suciu, 21 Frey, 25 Cernuto, 27 Zampano, 31 Del Grosso. All: Filippo Inzaghi.

ARBITRO: Gianluca Aureliano (Bologna).

NOTE - Ammoniti: Jajalo 32', Modolo 33', Coronado 85'. Espulso: Pinato 81'.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php