Live Sicilia

Calcio - Serie B

Palermo, testa al ritorno
I punti da cui ripartire


Articolo letto 1.555 volte

Rajkovic e La Gumina sono le certezze di questo Palermo, da rianimare Coronado dopo l'errore pesante a Venezia

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - Il buon pareggio dell'andata al "Pierluigi Penzo" di Venezia lascia ottime speranze al Palermo per il passaggio del turno alla finale play-off. Il ritorno è in programma già domenica, motivo per cui la squadra di Roberto Stellone deve subito resettare tutto e voltare pagina in vista dei 90 minuti che sanciranno la formazione che approderà in finale. Ben oltre le difficoltà logistiche riscontrate (il Palermo è rientrato in città solo ieri pomeriggio), la marcia d'avvicinamento dei rosanero è già iniziata e bisogna ripartire dalle cose positive viste in laguna mercoledì sera.

Su tutti c'è Nino La Gumina. Il giovane attaccante palermitano non è più una scommessa né una promessa, sta diventando sempre più una solida realtà di questa formazione. Sei gol messi a segno nelle ultime sette uscite sono il suo biglietto da visita che certificano lo stato di forma galattico dl La Gumina. Anche Zamparini ha speso parole d'elogio nei suoi confronti, innalzandolo a giocatore modello di questa squadra. Inutile dire che Stellone lo riconfermerà anche domenica sera, ma magari con una spalla diversa visto che Nestorovski scalpita in panchina. Il tecnico l'ha tenuto a riposo a Venezia, ma il macedone scalpita per giocare. Si riproporrà sicuramente il tema dell'affinità tra i due, ma in questo momento il Palermo non può fare a meno di entrambi.

Le certezze per il Palermo sono sia davanti che dietro. Slobodan Rajkovic ha confermato ancora una volta di essere un difensore determinante quando sta bene. Gli infortuni sono alle spalle, il serbo dimostra di poter fare la differenza nella retroguardia. Zero metri concessi a Litteri, anche se resta il neo del gol dove arriva la sua deviazione decisiva. Al suo fianco c'è Giuseppe Bellusci che ha recuperato dall'infortunio e che ha dimostrato di mettere l'anima per questa squadra. Resta il rebus Struna per Stellone: a Venezia è andato in panchina, in questo momento la sua esclusione è più che possibile visto il rendimento degli altri due centrali. Anche qui il Palermo è a posto.

Chi scende dopo Venezia è Igor Coronado. L'errore a tu per tu con Audero è duro da mandare giù e poteva essere il colpo del ko. Ancora una volta sui suoi piedi una palla decisiva, ancora un errore come capitato dal dischetto contro il Cesena. Un penalty sbagliato che è costato la Serie A diretta ai rosanero, la speranza è che l'errore del Penzo non costi anche i playoff. Il Barbera dovrà cercare di rianimarlo.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php