Live Sicilia

calcio - serie c

Calori rimprovera il suo Trapani:
"Al ritorno cambierò qualcosa"


Articolo letto 2.167 volte

Il tecnico dei granata lamenta la brutta prestazione dei suoi nell'andata playoff.

VOTA
0/5
0 voti

COSENZA - Il Trapani parte male nei playoff, perde a Cosenza per 2-1 al termine di una brutta gara ed è ora costretto a ribaltare la situazione nella partita di ritorno, in programma tra due giorni al "Provinciale". Nell'analizzare la prestazione dei granata, Alessandro Calori svela la differenza fondamentale tra le consuete prove dei suoi giocatori e quella vista al "San Vito - Gigi Marulla", in cui è mancata la grinta contro un rivale che già in altre occasioni ha messo in difficoltà Fazio e compagni: "Negli ultimi dieci minuti siamo riusciti a fare quello su cui abbiamo lavorato, in particolare sulla pressione. Noi da tutto l'anno giochiamo da squadra, ho visto che ci siamo sbloccati solo negli ultimi minuti e questo non va bene, ma è ancora tutto da giocare. Col Cosenza sta diventando quasi una telenovela, ho detto ai ragazzi di prepararci bene per il ritorno, bisogna essere diversi da come siamo stati stasera. Non siamo entrati in partita, ci siamo impauriti e per questo non siamo diventati aggressivi. Bisogna avere coraggio, e stasera non lo abbiamo avuto, ma il 2-1 ci dà la possibilità di rimediare".

Calori si rammarica anche per il modo abbastanza fortuito con cui prima Tutino e poi Okereke hanno gonfiato la rete trapanese, ferma restando anche la buona mole di palle gol che il Cosenza ha creato prima e dopo aver sbloccato il punteggio. Ecco perchè, secondo il tecnico granata, servirà un Trapani completamente diverso per cercare di ribaltare la situazione e proseguire la propria corsa verso la serie B: "I gol del Cosenza sono arrivati su rimpalli, ma sono arrivati anche altre occasioni perchè siamo stati troppo bassi. A parte la gara in casa di campionato non abbiamo mai creato tanto, in quel caso pur perdendo abbiamo avuto tante occasioni. Dobbiamo ovviamente preparare la partita in maniera diversa, farò delle valutazioni un po' più nette. Siamo stati troppo titubanti in fase difensiva, siamo stati troppo bassi e ci siamo rialzati solo dopo 20 minuti della ripresa. Può starci il fatto che dovevamo vincere e che quindi ci fosse pressione, ma ora dobbiamo liberare la mente - conclude Calori - e giocare in maniera più efficace e produttiva".

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php