Live Sicilia

Palermo-Cesena 0-0

Stellone: "Mancato il guizzo finale
Recuperiamo e pensiamo a venerdì"


Articolo letto 1.561 volte

Le parole del tecnico rosanero dopo il pareggio contro il Cesena.

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - Fuori dal campo a testa alta, nonostante il risultato finale. Mastica un po' amaro Roberto Stellone, tecnico del Palermo, dopo il pareggio per 0-0 contro il Cesena che fa svanire le chance di promozione diretta dei rosanero: "Anche oggi a fine partite c'erano giocatori molto stanchi, non gli rimprovero nulla. Ci è mancato il guizzo finale nelle 6-7 occasioni avute, abbiamo tirato diverse volte in porta. Non era facile trovare sbocchi contro una squadra che si difendeva in dieci, non abbiamo concesso tiri tranne l'occasione di Fedele".

"Ci è mancato il guizzo per trovare il risultato - prosegue Stellone - Sono soddisfatto della prestazione, mi dispiace per i tre punti mancati. Diventa bassissima la possibilità di andare su direttamente. Dispiace per la cornice di pubblico che c'era, ci tenevamo a regalare una vittoria. La partita se la sblocchi con l'occasione di Rispoli la porti a casa. Abbiamo avuto occasioni e tanti passaggi in più del Cesena, è mancato soltanto il gol".

Stellone si sofferma anche sul discorso condizione visto il calo avuto dal Palermo nel secondo tempo, in particolar modo negli ultimi venti minuti: "Anche io mi sono accorto che nel secondo tempo siamo calati, nonostante siamo stati sempre nell'area avversaria. Coronado si è liberato benissimo al tiro nel secondo tempo, nove volte su dieci entra in porta quella conclusione. Nel secondo tempo abbiamo corso molto bene rispetto alle due partite precedente, adesso pensiamo a recuperare energie importanti sia fisiche che mentali per la partita contro la Salernitana. Dobbiamo cercare di vedere quei giocatori che stanno meglio fisicamente e buttarli dentro".

Morale totalmente opposto in casa Cesena con Fabrizio Castori soddisfatto per il punto conquistato che vale quasi aritmeticamente la salvezza: "Dovevamo fare almeno un punto per conquistare la salvezza, noi ci siamo messi dietro ed il Palermo doveva essere bravo a farci uscire. Noi abbiamo fatto la nostra partita. Il Palermo era forte sulla corsia di sinistra con Aleesami e Coronado, andavano limitati visto che era la zona del campo dov'erano più pericolosi. Dovevamo essere bravi a raddoppiare subito, a fare coppia interna. Il Palermo dovevamo limitarlo nelle giocate più pericolose, ho scelto un centrocampo di sostanza e una difesa che ha preso tutti i palloni di testa. Il Palermo a parte l'occasione del rigore non ha avuto chance da fare gol".

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php