Live Sicilia

basket - serie a2

Trapani, vittoria con il cuore
Treviso cade, si va a gara 4


Articolo letto 587 volte

Granata sempre avanti nel punteggio, nel finale gli ospiti si rifanno sotto ma Viglianisi la chiude.

VOTA
0/5
0 voti

TRAPANI - La Lighthouse Trapani è viva più che mai, e dimostra di non voler lasciare la corsa playoff in breve tempo. La De' Longhi Treviso se ne accorge e si ritrova a dover rimandare almeno per un'altra gara l'appuntamento con la qualificazione per il prossimo turno del tabellone che regala l'unico posto disponibile per andare in serie A. Al termine di una sfida molto combattuta disutata in un PalaConad che ribolliva di passione e di speranza per la riapertura della serie, la formazione di coach Daniele Parente batte con il punteggio di 90-85 gli uomini guidati da coach Pillastrini, portando dunque la serie di primo turno playoff a gara4, in programma tra un paio di giorni sempre sul parquet dei granata. Trapani ha vinto meritatamente la partita, conducendo nel punteggio per 40 minuti ma, ad un minuto dalla fine, Treviso si è portata fino al -1. La precisione ai liberi di Viglianisi ha però chiuso la contesa. Tra i singoli, altra grande prova di Jefferson, autore di 21 punti con 5/8 da 3. Stesso numero di punti per capitan Renzi, in doppia cifra anche Perry (18 punti con 7/11 dal campo) e Bossi (12 punti con due triple).

Al termine della sfida, Daniele Parente ha analizzato proprio il modo in cui la sua Lighthouse Trapani è riuscita a portare a casa la vittoria che dunque riapre la serie contro Treviso e svela anche ciò che serve per provare a portare a casa gara 4 e portare le ambizioni di rimonta e di qualificazione dei granata fino all'eventuale gara 5 da disputare in Veneto: "Abbiamo sempre condotto, per 40 minuti. Più avanti si va più per noi diventa difficile ma stasera i ragazzi sono stati bravissimi a vincere e a portarci a gara 4. I rapporti di forza non cambiano e Treviso resta la squadra più forte del campionato. Adesso dobbiamo solo essere umili, puntando solo a giocare a pallacanestro. Siamo stati bravi a reagire alle rimonte di Treviso e nel finale siamo stati lucidi in difesa. Sappiamo che non è finita e siamo consapevoli che loro sono allenati da un super allenatore e non si arrenderanno. C’è bisogno di tutti - conclude il coach granata - , è necessario che i ragazzi si facciano trovare sempre pronti".

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php