Live Sicilia

calcio - serie c

Trapani, scivolone inaspettato
Ko a Cosenza, addio secondo posto


Articolo letto 702 volte

Granata travolti da un Tutino in gran giornata, non basta la doppietta di Drudi.

VOTA
0/5
0 voti

COSENZA - Il Trapani si gioca nel peggiore dei modi l'occasione per chiudere il campionato al secondo posto in classifica, con conseguenti e inevitabili benefici di cui godere in vista dei playoff ormai alle porte. Il Cosenza ne approfitta, gioca una partita gagliarda e con grande ispirazione nei suoi giocatori migliori e conclude il campionato davanti ai propri tifosi con una rotonda e prestigiosa vittoria. Finisce 4-2 al "San Vito - Gigi Marulla", con la formazione guidata da Alessandro Calori che gioca un pessimo primo tempo concluso sotto di tre gol, e che solo nell'ultima frazione della ripresa riesce a riequilibrare solo parzialmente (e per giunta con una doppietta insolita del difensore Drudi) la situazione, senza però evitare la sconfitta che porta a subire anche il sorpasso del Catania in piazza d'onore alle spalle del Lecce campione. Terza posizione per i granata dunque, per una corsa verso la serie B che assume una imprevista complicazione.

Come detto, il primo tempo giocato dal Trapani è stato a dir poco negativo, con il Cosenza che ha preso la formazione granata sul ritmo ed è riuscito a colpire nei momenti giusti e sempre con lo stesso giocatore, ovvero Tutino. L'attaccante di scuola Napoli buca la difesa trapanese e batte Furlan prima al 16' e poi dieci minuti più tardi, ponendo l'accento sulle disattenzioni degli ospiti. Al 36' arriva l'autogol di Fazio per il 3-0 con cui si chiude un primo tempo da dimenticare per gli uomini di Calori, i quali provano a reagire nella ripresa ma raccolgono i primi frutti quando è ormai troppo tardi, anche perchè Furlan allo scoccare dell'ora di gioco deve parare un rigore a Bruccini. Tra il 27' e il 35' del secondo tempo arrivano le due reti, messe a segno come detto da Drudi con un paio di situazioni da calcio piazzato sfruttate al meglio dall'ex giocatore del Lecce. Il Trapani si getta all'assalto della trequarti del Cosenza, ma inevitabilmente si espone alle ripartenze: in una di queste, a recupero inoltrato, il solito Tutino cala il poker e chiude la partita.

TABELLINO

COSENZA - TRAPANI 4-2 (16', 26' E 93' Tutino, 36' aut.Fazio, 72' e 80' Drudi)

COSENZA: Saracco, Perez (15’st Okereke), Pasqualoni (25’st Corsi), Boniotti, Trovato, Bruccini, Calamai (15’st Loviso), Tutino, D’Orazio (25’st Ramos), Dermaku, Camigliano (21’st Pascali). A disposizione: Zommers, Mungo, Azzinnari, Collocolo. All. Piero Braglia

TRAPANI: Furlan, Pagliarulo, Drudi, Scarsella (35’ Steffè), Bastoni, Evacuo, Murano (23’st Campagnacci), Silvestri (35’ Fazio), Palumbo, Marras (1’st Dambros), Corapi (17’st Aloi). A disposizione: Pacini, Ferrara, Rizzo, Ferretti, Canino, Girasole, Minelli. All. Alessandro Calori

ARBITRO: Andrea Mei di Pesaro; ASSISTENTI: Nicola Nevio Spiniello di Avellino e Alessandro Colinucci di Cesena.

AMMONITI - Bruccini, Pasqualoni, Fazio.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php