Live Sicilia

calcio - serie b

Tedino: "Ci aspettano sette finali
A Cittadella sarà una battaglia"


Articolo letto 1.114 volte

Il tecnico rosanero guarda alla sfida contro i veneti, decisiva ai fini della promozione.

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - Sette finali, tutte da affrontare con lo spirito battagliero. Ne è fermamente convinto Bruno Tedino che vuole rivedere il suo Palermo già a partire dalla sfida di domani sera al "Tombolato" contro il Cittadella. Una partita importante per i rosanero che devono mettere alle spalle i due pareggi casalinghi contro Pescara e Cittadella, due chance perse per allungare sui diretti concorrenti per la Serie A: "Sono sette finali, dobbiamo usare poco il fioretto e molto la sciabola - esordisce Tedino ai microfoni del sito ufficiale del Palermo - Serve la mentalità di una squadra che non deve regalare nulla. Con il Pescara abbiamo giocato male, siamo stati fortunati perché abbiamo pareggiato; sabato siamo stati sciagurati, con la Cremonese dovevamo vincere. Abbiamo cercato di farlo, cercando di chiudere il match. In questo momento serve gente che scende in campo con lo spirito battagliero".

Gli ultimi risultati non sono andati giù al patron Maurizio Zamparini, motivo per cui l'ombra di un possibile esonero non è mai da escludere. Tedino, però, è sereno: "Zamparini ha dei grandissimi meriti, è sempre riuscito a ricompattare tutto con noi e la squadra. Sarà così anche da qui alla fine, poi le decisioni non spettano a me. Io cercherò sempre di lavorare forte e duro per dare qualcosa che manca sotto l'aspetto psicologico. Lui ha ragione di essere arrabbiato. Contro il Pescara eravamo un po' stanchi e senza grandi soluzioni, contro la Cremonese l'abbiamo buttata via. Il primo responsabile è sempre l'allenatore, devo analizzare perché stiamo dilapidando determinati vantaggi".

Testa quindi alla partita di domani, un match che Tedino definisce una battaglia: "Contro il Cittadella sarà una partita contro una squadra di grande spessore sotto l'aspetto atletico. Giocherà chi starà bene fisicamente e avrà la forza di fare una battaglia. Abbiamo tutti i mezzi per vincere questa partita, i tre punti sarebbero come un'aspirina per il raffreddore. Non dobbiamo accontentarci, dobbiamo superare l'ostacolo con energia. Cittadella potrebbe essere la spinta notevole per un percorso vincente. Bellusci non è recuperabile ancora per un certo periodo. Dietro abbiamo ancora qualche difficoltà, bisogna fare di necessità virtù".

Chiosa finale di Tedino sulla condizione attuale di Aleesami, tutt'altro che brillante nelle ultime uscite: "Aleesami ha fatto un tour de force, doveva ritrovare la condizione e solo giocando la trovi. Abbiamo fatto tutto per metterlo nelle condizioni di dare il 100%. Anche Rolando veniva da un infortunio, anche lui ha fatto un tour de force e potrà sicuramente tornare a disposizione".

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php