Live Sicilia

CALCIO - SERIE B

Zamparini atteso oggi in città
"Tedino resta in ogni caso"


Articolo letto 1.388 volte

Parla il patron del Palermo alla vigilia della sfida contro la Cremonese.

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - Nell'immediata vigilia ecco il momento della tanta attesa visita. Maurizio Zamparini oggi sarà a Palermo per il confronto anticipato ormai una settimana fa con la squadra. "Dirò loro che se è il caso bisogna anche giocare ad uomo - racconta Zamparini al Corriere dello Sport - impedire agli avversari di tirare in porta con facilità. Ma, soprattutto, ritrovare uno spirito combattivo. Come la Roma contro il Barcellona. Voglio quel modello di squadra".

Prima di approdare a Palermo, Zamparini è stato a Belgrado per proseguire i suoi contatti nel mondo dell'imprenditoria: "Sono un imprenditore e non solo il patron del Palermo. A Belgrado ho partecipato a diversi meeting. La nostra missione è creare aziende e posti di lavoro. Il futuro del Palermo? Sto lavorando per la cessione, ma quando sento che un Palermo in B sarebbe un fallimento, mi faccio una risata e tocco ferro. Chiaro che bisognerebbe rivedere l'assetto, ridurre le spese, adeguare gli stipendi".

Per Zamparini, quindi, un secondo anno in Serie B non sarebbe un fallimento, ma al tempo stesso è convinto di andare in Serie A: "I rinnovi? Problemi da affrontare se restiamo in B. Ipotesi che non prendo in considerazione perché in A ci andiamo. Sarà sfida tra noi e il Frosinone, il Parma va oltre i suoi meriti, non è al nostro livello, ma solo più cinico. Con la Cremonese non è decisiva, serve solo a ritrovare il passo giusto. Con 18 punti si va in Serie A".

Zamparini parla di Ilija Nestorovski, nel mirino dei tifosi che lo hanno fischiato contro il Pescara, e reduce da un momento di forma non esaltante: "Ha avuto alti e bassi, quando andava meglio ce l'hanno portato via. Ho detto che non ci sarebbe mancato. Una provocazione, per stimolarlo. Per centrare la A, non si può prescindere dal miglior Nestorovski, uno che fa la differenza. Altrimenti non avrei rifiutato una barca di soldi. Tedino ha idee chiare".

Chiosa finale di Zamparini su Tedino, al sicuro secondo il patron anche per la prossima stagione: "Erano tutti sotto esame, Tedino compreso. Il tecnico gode della mia fiducia, gli allenatori possono sbagliare una partita: Allegri, Ancelotti ... Perché no Tedino che ha portato la squadra al 2º posto e ha svolto un ottimo lavoro col recupero di tanti calciatori e la valorizzazione dei giovani? È un tecnico destinato a crescere, resterebbe in ogni caso. In A, avrà grande considerazione e un ottimo stipendio. Lo stimo come uomo, sta facendo bene. Non è facile ricostruire dopo una retrocessione. Lui c'è riuscito".

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php