Live Sicilia

basket - serie a2

Agrigento, stop dopo il derby
Vincente la rimonta di Legnano


Articolo letto 437 volte

La Moncada gioca tre quarti di gara alla grande, Mosley e Raivio la puniscono.

VOTA
0/5
0 voti

LEGNANO - Si ferma sette giorni dopo il derby la corsa della Fortitudo Moncada Agrigento, che cade al cospetto della FCL Contract Legnano al termine di una partita in cui i siciliani hanno avuto la grande occasione di portare a casa la vittoria. Invece, un quarto periodo in cui poco o nulla ha funzionato nella metà campo offensiva non ha consentito alla formazione guidata da Franco Ciani di portare a casa il successo, fermandosi contro una squadra che ha avuto soprattutto in Nik Raivio il proprio trascinatore in attacco. 26 i punti del giocatore americano, il quale ha aggiunto anche 10 rimbalzi e 4 assist al termine di una partita quasi perfetta. Dall'altra parte, alla Fortitudo non bastano quattro giocatori in doppia cifra e in particolare la prova spaventosa di capitan Evangelisti, che realizza 20 punti sbagliando solo due conclusioni dal campo. Importante sul piano delle rotazioni il ritorno sul parquet di Zugno, il quale consentirà di ritrovare un elemento importante per coach Ciani per le ultime gare della stagione regolare e per la caccia ai playoff.

La partita inizia con le due squadre molto attive in attacco, Cannon si carica Agrigento sulle spalle sotto canestro mentre alle conclusioni perimetrali ci pensa Evangelisti. Dall'altra parte Raivio parte forte e Pullazi trova la tripla, e a loro si aggiunge Zanelli con punti importanti per una Legnano che si porta in vantaggio. Poi viene fuori alla distanza la Moncada e Williams trova i punti del sorpasso. L'americano è il faro dell'attacco della Fortitudo che chiude sul 23-25 il primo quarto, ma che gioca l'inizio del secondo anche meglio. Minuti per Zugno e ritorno sul parquet per Zilli dopo il problema iniziale, ma è ancora Evangelisti oltre a Pepe a dar man forte all'attacco biancazzurro. Siciliani sul +7 e con un Cannon ancora a corrente alternata, Legnano si affida a Toscano e al solito Raivio, ma dall'altra parte è ancora Pepe a portare punti importanti alla causa di coach Ciani. Con i liberi dell'ex pescarese Agrigento tiene botta, Mosley segna per i lombardi che chiudono sotto 45-46 la prima metà di gara.

Si torna dagli spogliatoi e l'equilibrio persiste sul parquet legnanese. Mosley continua a segnare per i suoi, ma Evangelisti non sbaglia un colpo e Agrigento rimane in vantaggio, sostenuto in cabina di regia da un chirurgico Zugno. Dall'altra parte, però, la FCL spinge sulle spalle dei suoi stranieri, in particolare con un Mosley molto carico oltre che sul solito Raivio che continua a segnare. Padroni di casa in crescita ma puniti da cinque punti in fila di Ambrosin che ribaltano ancora il punteggio: all'ultimo break Agrigento è avanti 45-46. Ultimo quarto al calor bianco, ci pensano Zanelli e un Raivio inarrestabile a portare Legnano sul +4 ma Pepe trova una tripla clamorosa che riapre nuovamente i giochi. In ogni caso, la squadra di casa tiene bene botta soprattutto in difesa, dove Evangelisti fa fatica a farsi trovare sugli scarichi, mentre dall'altra parte funziona quasi tutto. Così la Moncada non riesce ad avere la chance di rifarsi sotto, limitandosi a rientrare nel singolo possesso di ritardo ma senza tentare il sorpasso. Vince Legnano.

TABELLINO

FCL CONTRACT LEGNANO - FORTITUDO AGRIGENTO 85-81 (23-25, 45-46, 65-67)

LEGNANO - Raivio 26, Maiocco ne, Toscano 9, Berra ne, Tosi ne, Pullazi 11, Roveda, Tomasini 7, Zanelli 17, Mosley 15, Biraghi ne, Gazineo ne.

AGRIGENTO - Williams 15, Evangelisti 20, Pepe 9, Guariglia ne, Lovisotto 4, Cannon 8, Zugno, Ambrosin 15, Cuffaro ne, Zilli 10.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php