Live Sicilia

basket femminile

Ragusa si inceppa a Venezia
Ko indolore per la Passalacqua


Articolo letto 309 volte

Le biancoverdi, già terze matematicamente, cadono al cospetto dell'Umana Reyer della ex Little.

VOTA
0/5
0 voti

VENEZIA - La penultima recita in regular season della Passalacqua spedizioni Ragusa si conclude con una sconfitta, abbondantemente messa in preventivo sia per il valore dell'avversaio di turno che per una concentrazione che è inevitabilmente calata dopo aver raggiunto, con due turni di anticipo, l'obiettivo prestabilito. La formazione biancoverde, già sicura del terzo posto in classifica, cede il passo alla Umana Reyer Venezia in una gara in cui entrambe le squadre non avevano nulla da chiedere sul piano del risultato, dando vita ad una partita in cui non si è avvertita per l'appunto la tensione abituale in casi del genere. Alla fine hanno prevalso le padrone di casa, le quali continuano la propria marcia in campionato che le ha portate fino al secondo posto, alle spalle dell'irraggiungibile Famila Schio. In ogni caso si tratta di una partita che fornisce indicazioni positive in vista dell'ultimo turno di regular season, in cui Ragusa se la vedrà proprio contro la capolista, ma soprattutto in vista di una seconda fase in cui dare fondo a tutte le energie fisiche e mentali.

Quella disputata al Taliercio è stata una partita in cui entrambe le squadre si sono inseguite, a suon di sorpassi e controsorpassi nel punteggio. Visto il valore piuttosto basso della posta in palio sia Recupido che il suo collega lagunare Liberalotto hanno ampliato le rotazioni anche per provare alcune soluzioni in vista della seconda fase. La parte della leonessa sul piano realizzativo l'ha fatta in casa veneziana la Bestagno, che con 19 punti in 25 minuti di impiego (7/11 dal campo e anche 8 rimbalzi per lei) è stata decisiva in favore della propria squadra. Da seguire con grande attenzione anche l'impatto di Camilla Little, fiore all'occhiello del mercato invernale della Umana Reyer e grande ex dell'incontro: per lei 10 punti in 35 minuti di impiego. Dall'altra parte, tutte in doppia cifra le tre straniere schierate dalla Passalacqua spedizioni Ragusa: 15 punti e 8 rimbalzi per Dearica Hamby, 13 punti e 7 rimbalzi per Astou Ndour e infine 10 punti per Jessica Kuster. L'unica a salvarsi sul piano delle percentuali, però, è stata la spagnola, capace di tirare sopra il 50% con un complessivo 5/9.

Al termine dell'incontro del Taliercio, coach Gianni Recupido sottolinea la relativa importanza del match, visto che entrambe le squadre stanno già volgendo lo sguardo alla seconda fase in cui provare a fare più strada possibile verso lo scudetto: "Quello che contava era soprattutto provare alcune cose che stiamo preparando. Diciamo che si respirava nell’aria che non c’era la pressione del risultato, ed entrambe abbiamo gestito le energie e le forze ma è chiaro che se si tornava a casa con una vittoria era meglio". In ogni caso il coach di Ragusa pone l'accento sulla buona prova delle sue ragazze, rimaste in partita fino alla fine su un parquet difficile da espugnare: "Era importante avere un buon atteggiamento, fare una buona gara, e siamo tutto sommato rimasti in partita, andati sotto e poi rientrati, ricevendo indicazioni positive. Non sono state buone le nostre percentuali da sotto e le percentuali da tre nei primi due quarti, su questo dobbiamo migliorare. Diciamo che si avverte una certa forza di Venezia ma noi non siamo poi così lontani. Dobbiamo fare una buona partita domenica prossima a Schio, sul piano della concentrazione e della coesione di squadra, poi penseremo ai playoff".

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php