Live Sicilia

calcio - Serie C

Lucarelli non vuole cali di tensione:
"Catania, devi essere spietato"


Articolo letto 809 volte

Il tecnico non si accontenta del successo sulla Reggina e vuole di più. Raggiante Curiale: "Con i colori rossazzurri è stato subito feeling, voglio la serie B".

VOTA
0/5
0 voti

CATANIA - Il Catania torna a ruggire e si riappropria del secondo posto sognando addirittura di avvicinarsi alla capolista Lecce impegnata stasera nel posticipo a Cosenza. La gara contro la Reggina sembrava essersi messa subito in discesa per i rossazzurri che, dopo il fulmineo vantaggio firmato dal bomber Curiale, si sono invece adagiati sugli allori. Atteggiamento, questo, sottolineato non senza rammarico dallo stesso tecnico Lucarelli che ha così commentato la prova dei suoi in sala stampa: “Sono contento dei due approcci ai due tempi con i gol messi a segno ma dobbiamo mantenere più costanza nel rendimento. Nella ripresa siamo stati più sciolti, cercando di chiudere il match ma non riuscendo a sfruttare gli spazi che la Reggina ci concedeva essendo sotto di due reti. E’ sbagliato pensare di gestire il risultato quando invece bisogna chiudere i conti. Contro di noi nessuno gestisce come accaduto a Monopoli”.

“Dopo il raddoppio abbiamo fatto accademia. Ognuno voleva fare gol e non possiamo rischiare di compromettere le partite per capricci del genere. Dobbiamo essere spietati, chiudere subito le partite, al di là delle soddisfazioni personali. Nel finale abbiamo sofferto un tantino quando loro hanno cambiato modulo, perdendo un po’ le distanze mentre loro si sono galvanizzati dopo aver trovato, in modo quasi casuale, il gol che ha dimezzato le distanze”.

- Sorpreso dal pareggio interno del Trapani che perde contatto con voi in classifica?

“Per niente. E’ normale che, nel girone di ritorno, quelle che stanno davanti rallentino perché tutte le squadre hanno un obiettivo da raggiungere, vendono cara la pelle e sono pronte a tutto. Il Bisceglie, poi, sta attraversando un periodo di forma. Noi l’affronteremo mercoledì in trasferta”.

- Si aspettava un tale rendimento di Curiale?

“Mi voglio complimentare col nostro bomber. Ha segnato sinora 12 gol, tutti su azione e senza rigori oltre ad altre tre reti che sono state discutibilmente annullate. Ma tutti gli attaccanti stanno facendo bene e mi aspetto che adesso, sui campi asciutti, i nostri calciatori rapidi facciano gol. Per esempio Manneh deve cercare di più la porta quando gli capita l’occasione. Mercoledì a Bisceglie ruoterò un po’ la formazione titolare: è previsto turnover e cambierò uno/due elementi per reparto. Dobbiamo, peraltro, fare attenzione ai cartellini gialli perché, nel reparto difensivo, abbiano tre centrali diffidati e non possiamo rischiare di giocare qualcuna delle prossime gare in sofferenza”.

Dopo l’allenatore, riflettori puntati in sala stampa sul match-winner: “Voglio andare in serie B col Catania – afferma Davis Curiale – e poco importa chi segni. Con i colori rossazzurri è stato subito feeling e sono contento di aver già eguagliato il mio record stagionale in fatto di gol. L’importante però è vincere il campionato e questa squadra è in grado di farlo. Ci proveremo sino alla fine. Poi, se il Lecce sarà stato più bravo di noi, gli batteremo le mani”.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php