Live Sicilia

basket - serie a

Sindoni: "Maynor e Di Carlo restano
Abbiamo commesso degli errori"


Articolo letto 597 volte

Il patron dell'Orlandina Basket risponde alle domande poste dai tifosi su Facebook.

VOTA
0/5
0 voti

CAPO D'ORLANDO - Enzo Sindoni torna a prendere la parola, e lo fa nel momento più critico della storia recente dell'Orlandina Basket. Undici sconfitte in campionato per la formazione paladina, l'ultima molto grave nello scontro diretto di Pesaro che ha ora agganciato i paladini all'ultimo posto. Il patron, in un botta e risposta via web con i tifosi, ha esordito parlando dei movimenti di mercato: "Nel basket il mercato è sempre aperto, ma non è un supermercato. Cerchiamo sempre giocatori di qualità ed idonei al nostro progetto tecnico, e facciamo i conti con le nostre disponibilità. Gli interventi sono stati fatti rapidamente (Maynor è arrivato dopo 8 giornate). Su Delas, che per me resta un ottimo giocatore ed un grande uomo, è senz'altro pesato il grande credito tecnico che aveva acquisito nella scorsa stagione. Ed è questa la prima ragione per la quale abbiamo a lungo atteso e provato a trovare sintonia, tra le sue caratteristiche e quelle della squadra. Il nostro Coach, che ha sempre e serenamente espresso le Sue opinioni in ogni intervista, senza mai essere lasciato solo perché la società ha sempre condiviso le Sue valutazioni".

Sindoni, nel rispondere ai tifosi che hanno inviato le domande alla pagina ufficiale dell'Orlandina Basket su Facebook, attraverso l'hashtag #ChiediAlPres, è tornato sul tema dell'arrivo del nuovo pivot, che è l'ex fortitudino Justin Knox, e soprattutto sul futuro di Eric Maynor, per il quale si sarebbe paventata una partenza a stretto giro di posta. Un rumor smentito categoricamente dal patron biancazzurro, il quale ha anche tolto ogni possibilità sull'eventuale addio di Gennaro Di Carlo: "Abbiamo aspettato prima di scegliere il pivot perché il mercato non offriva un atleta con le caratteristiche che cercavamo, e che abbiamo finalmente trovato in Justin Knox. Non stiamo pensando alla sostituzione di Eric Maynor, molti dimenticano che sue prestazioni sono state a lungo condizionate dall'infortunio alla caviglia, ma è sempre più vicino alla migliore condizione. Gennaro Di Carlo è saldamente il nostro allenatore - prosegue Sindoni difendendo il proprio coach - . E non solo perché domenica l’unico caso contemplato è la nostra vittoria".

Il presidente della Betaland Capo d'Orlando ha anche annunciato che "per i tifosi annunceremo giovedì un’iniziativa" in vista della fondamentale sfida di domenica prossima tra i biancazzurri di coach Di Carlo e il Banco di Sardegna Sassari. Poi si è parlato anche del nuovo palazzetto dello sport che ospiterà l'Orlandina: "L'iter per la realizzazione del nuovo palasport procede spedita, grazie all’impegno del Sindaco Ingrillì, e la nostra salvezza servirà ad un’ulteriore accelerazione". Inoltre Sindoni non nasconde gli errori che sono stati commessi sia alla vigilia che nel corso dell'attuale stagione, facendo capire che " la nostra autocritica è quotidiana e sempre mirata al miglioramento. L’analisi ed il bilancio lo faremo il 10 maggio", ovvero al termine del campionato. Infine, a proposito della presenza in Champions League, Sindoni dice che "non si trattava solo di cogliere un’opportunità che non si presenta spesso, ma anche di “riprenderci” il diritto all’Europa che avevamo conquistato nel 2008, e che ci sera stato ingiustamente tolto".

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php