Live Sicilia

calcio - serie d

Messina, futuro tutto da decifrare
Modica e Lamazza esigono garanzie


Articolo letto 1.231 volte

Con i playoff ormai irraggiungibili, la società dovrà ora programmare il futuro, per piantare quelle basi solide su cui far poggiare l’impianto della prossima stagione.

VOTA
0/5
0 voti

MESSINA - La sconfitta di Vibo Valentia ha azzerato le speranze di playoff di un Messina, che adesso non può fare altro che guardare ad un futuro ancora tutto da decifrare. Il primo obiettivo dovrà essere quello di mantenere alta la concentrazione, onorando tutte le partite che mancheranno da qui al 6 maggio, altrimenti il serio rischio sarà quello di dilapidare quello che di buono è stato fatto nell’arco di questi mesi.

Il trend del Messina targato Giacomo Modica è da playoff, eccezion fatta che nel doppio confronto con la Vibonese, la squadra da quando siede in panchina il tecnico palermitano, ha sempre giocato alla pari, se non meglio, anche al cospetto di avversarie sulla carta più attrezzate, come Nocerina e Troina, ottenendo meno di quanto avrebbe meritato. In fin dei conti, si è rivelato determinante quell’inizio shock, fatto di 6 sconfitte e 3 pareggi nelle prime 9 giornate, una situazione complicata tanto che lo stesso Modica ci ha messo un pochino per trovare la giusta quadratura del cerchio. Una volta preso possesso della squadra, l’ex regista del Messina di Zeman ha fatto della compagine giallorossa una compagine bella da vedere, in grado di sfornare partite divertenti e prestazioni entusiasmanti, capace di mettere in pratica molti dettami tecnici e tattici del tecnico boemo, vero e proprio mentore di Modica.

In questi mesi il “Franco Scoglio” ha potuto assistere a prestazioni che poco o nulla hanno a che fare con la Serie D, ma i meriti vanno anche a chi sta davanti, cioè a quell’Ercolanese che ha mantenuto un andamento costante, tenendo a debita distanza i peloritani. Con il passare delle settimane, nonostante la sfilza di risultati positivi, magari con qualche pareggio in trasferta di troppo, il Messina non è mai riuscito ad avvicinarsi sensibilmente alla zona playoff.

Adesso la società dovrà sfruttare queste settimane per programmare il futuro, per piantare quelle basi solide su cui far poggiare l’impianto della prossima stagione. La piazza si domanda che ne sarà di Giacomo Modica e Francesco Lamazza, la cui permanenza in riva allo Stretto al momento sembra tutt’altro che scontata. Il feeling tra il tecnico, il ds e il patron Sciotto sembrava consolidato, ma qualcosa sembra essersi rotto. Prima della trasferta in terra calabrese, Modica non ha sciolto le riserve sul suo futuro, dicendosi disponibile a parlare di un progetto che veda un Messina ambizioso e competitivo sia in serie D che in serie C, visto che lo stesso Sciotto non ha mai nascosto la volontà di voler intraprendere la strada del ripescaggio. La sensazione è che alla base di tutto non ci siano solo questioni legate alle garanzie tecniche ed economiche, ma alla strutturazione societaria che Sciotto vorrà dare per l’immediato futuro.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php