Live Sicilia

calcio - serie c

Criaco: "Avremmo potuto vincere
Ma crediamo ancora nei playout"


Articolo letto 359 volte

Il vice di Di Napoli commenta la gara persa dall'Akragas contro il Catanzaro.

VOTA
0/5
0 voti

AGRIGENTO - Una nuova delusione per l'Akragas, un'altra partita in cui l'epilogo recita sempre allo stesso modo. "Vorrei ma non posso" è la frase che rimbomba nella testa dei giocatori del Gigante, sconfitti in extremis sul campo neutro di Siracusa dal Catanzaro in una partita che valeva davvero tanto per il destino e per il futuro della formazione biancazzurra, che avrebbe dovuto e voluto sfruttare il turno interno per fare punti pesanti e cercare di riavvicinarsi alle formazioni che stanno davanti in classifica per riaprire la possibilità di passare dai playout per evitare la retrocessione tra i dilettanti. Invece è arrivata un'altra sconfitta per il Gigante allenato da Raffaele Di Napoli, ieri assente in panchina per la prima delle due giornate di squalifica ricevute e sostituito da Leo Criaco. Un'Akragas che ha provato a sfruttare la superiorità numerica maturata al termine del primo tempo, riuscendoci parzialmente con il gol del pareggio e con un buon ritmo offensivo. Ma alla fine, la rete di Corado condanna i biancazzurri ad una sconfitta forse immeritata.

Al termine della partita del "De Simone", Leo Criaco ha dimostrato tutta la delusione e la frustrazione che regna in casa Akragas per un risultato che continua a mancare nonostante la buona prestazione di squadra, capace di mettere sotto il Catanzaro nel secondo tempo dopo una prima frazione deficitaria. E il vice di mister Di Napoli sottolinea che anche questa poteva essere una gara che, visto l'andamento complessivo, avrebbe potuto concludersi in maniera completamente opposta rispetto a quanto dice il risultato finale: "Nel primo tempo non abbiamo avuto un buon approccio - dichiara Criaco - , poi siamo riusciti a metterci in corsa nel migliore dei modi e siamo riusciti a pareggiare in avvio di secondo tempo. Sembrava una partita che potevamo anche vincere, ma alla fine abbiamo preso il gol del 2-1 e non siamo più riusciti a recuperare. Abbiamo avuto una buona palla gol pochi secondi prima del loro gol, sulla quale è stato molto bravo il loro portiere, ma nell'azione successiva è arrivata la rete che ci ha condannato. Per il modo in cui stava andando la partita, avremmo potuto vincerla noi".

Una gara all'insegna del nervosismo e della grande tensione, come dimostrano le due espulsione (una per parte) e i tanti errori commessi da ambo le parti. Criaco ammette che il peso di questa partita ha un po' imbruttito la partita e ha condizionato la prestazione dei suoi giocatori, ma al tempo stesso fa sapere che lui, lo stesso Di Napoli e tutta l'Akragas non intende mollare dopo questa sconfitta, consapevole del fatto che i risultati negativi delle altre squadre non porta cambiamenti nella pazza corsa verso i playout del Gigante: "Penso che la posta in palio in questa partita fosse altissima per entrambe le squadre, sia noi che loro abbiamo commesso degli errori dovuti al nervosismo e all'importanza della partita. La situazione in classifica? Crediamo ancora nella possibilità di agganciare i playout, guardando gli altri risultati non è cambiato niente in classifica. Di diverso c'è che ora abbiamo a disposizione una partita in meno e in questa in particolare potevamo fare dei punti. È un peccato perchè potevamo anche vincere oggi - conclude Criaco - , anche per via dell'uomo in più, ma invece abbiamo perso".

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php