Live Sicilia

pallanuoto

Campagna sorride con riserva
"Assenze tedesche più pesanti"


Articolo letto 213 volte

Il ct del Settebello è soddisfatto ma volge già lo sguardo alla gara contro il Montenegro.

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - Soddisfazione, ma di certo non esaltazione. Sandro Campagna saluta con un sorriso, ma anche con tanta concentrazione per i prossimi impegni la larga vittoria dell'Italia sulla Germania, il migliore dei modi per aprire l'impegno della Nazionale azzurra nella LEN Europa Cup. Un'affermazione arrivata in maniera facile ma anche per la situazione di emergenza con cui i tedeschi sono arrivati a Palermo per la fase preliminare della manifestazione continentale, e il 16-4 con cui si è arrivati alla sirena finale testimonia il fatto che il largo turnover al quale sono state costrette entrambe le squadra ha fatto molto meno male al Settebello: "In questo torneo sia l'Italia che la Germania sono arrivate con diversi giocatori infortunati. Noi abbiamo un parco giocatori che può sopperire a queste mancanze, i tedeschi no anche perchè aspettano un paio di naturalizzazioni. A noi mancavano 4-5 elementi, ma abbiamo una rosa più ampia anche per il lavoro che stiamo facendo da un paio di anni, con giocatori di interesse nazionale che mirano all'eccellenza. Il test è buono, ma non dice tutto sulle nostre potenzialità".

Una partita che Campagna vuole dunque tenere in considerazione fino a un certo punto, considerando anche quanto si è visto nella vasca della Piscina Comunale nella gara che ha inaugurato la LEN Europa Cup. Botte da orbi, ovviamente in senso sportivo, tra Russia e Montenegro in un match che ha visto prevalare la compagine balcanica. E proprio sui prossimi avversari ci si concentra nel clan azzurro dopo il successo inaugurale: "Avete visto quanto Russia e Montenegro abbiano giocato forte nella prima partita, ci vorrà grande tenuta fisica e mentale perchè il dispendio di energie sarà notevole. In queste due partite mi aspetto una risposta da parte della squadra, in termini di crescita individuale e collettiva, ma anche per la pressione che avremo addosso. Ci teniamo a qualificarci, dobbiamo vincere entrambe le partite e sicuramente la gara contro la Russia sarà decisiva. Hanno giocato bene entrambe, in maniera molto fisica. Era anche la prima partita di un torneo, in un periodo in cui i giocatori difficilmente sono al top, ma mi aspettavo una partita del genere tra Russia e Montenegro".

Poi c'è una inevitabile analisi sulla prestazione dei singoli, che non è mai facile da fare in una partita in cui raramente c'è stato un duello alla pari tra le squadre. Buone risposte sono arrivate dai giovani Dolce e Cannella, con quest'ultimo autore di una tripletta in pochi minuti, ma anche l'esordiente Molina è piaciuto molto a Campagna e potrebbe ritagliarsi uno spazio importante nel futuro del Settebello. Il tutto in un contesto di squadra in continua evoluzione, con lo sguardo volto alle Olimpiadi del 2020: "Le squadre che prediligono la lotta hanno più difficoltà nel nuoto, quindi noi dovremo essere bravi a stancarli per evitare che la mettano sul fisico. Chi mi ha impressionato di più? Tra i giovani Cannella e Dolce hanno giocato bene, Echenique e Fondelli hanno fatto una partita di qualità, per il resto do la piena sufficienza a tutti. Molina è da anni tra i migliori giocatori del mondo, ha vinto un Mondiale con la Spagna e ha alle spalle 17 anni di carriera. Dovrà inserirsi al meglio nella squadra, non gioca da tempo ma se l'ho chiamato, l'ho fatto per tenerlo nella rosa e dovrà meritarsi la convocazione per i prossimi impegni".

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php