Live Sicilia

basket - serie a2

Trapani cerca il bis a Rieti
Agrigento a Cagliari per il blitz


Articolo letto 348 volte

Terza gara in una settimana nel girone Ovest: le parole di Ducarello e Ciani alla vigilia.

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - Si chiude un mini-ciclo di partite ravvicinate nel campionato di basket di serie A2, che dopo il turno infrasettimanale disputato tra mercoledì e giovedì torna a rituffarsi sul parquet per la ventunesima giornata di regular season. Tornano a giocare dunque la Lighthouse Trapani e la Fortitudo Moncada Agrigento, il cui saldo dopo le prime due gare di questa lunga settimana parla di una vittoria e una sconfitta a testa, con l'emorragia di ko consecutivi che si è dunque arrestato in entrambi i casi. I granata, che vengono dalla bella vittoria casalinga contro Napoli, andranno a fare visita alla NPC Rieti per dare continuità e per cercare di scalare nuovamente la classifica, dopo aver sfiorato addirittura l'assalto alla vetta prima di assestarsi al sesto posto dopo la vittoria di mercoledì. A propria volta i biancazzurri di coach Ciani dopo il ko casalingo contro la capolista Casale Monferrato andrà a fare visita alla Pasta Cellino Cagliari, squadra data in salute e che nella prima fase del 2018 ha scavalcato proprio il Gigante in classifica e ha sottratto - almeno per il momento - un posto ai playoff.

Settimana all'insegna della rinascita per la Lighthouse Trapani,che ha superato di slancio l'ennesima sconfitta patita domenica contro la Virtus Roma andando a prendersi i primi due punti del 2018 nel match interno contro la disastrata ma determinata Napoli. Per questo Ugo Ducarello si aspetta di vedere continuità, anche se sul piano delle rotazioni ha nel frattempo perso il lungo Stefano Spizzichini, accasatosi a Scafati: "Sono curioso di vedere come approcceremo la partita di Rieti ma sono sereno perché la squadra ha lavorato bene. I lunghi italiani di qualità non sono facili da trovare sul mercato e mi auguro che non avremo bisogno che arrivi qualcuno. Dopo il raggiungimento della Coppa Italia è vero che siamo calati, non perché ci siamo sgonfiati, ma perché ci è cominciata a mancare quella grinta che la panchina era riuscita a darci. Alcuni giocatori hanno avuto un calo e lo abbiamo pagato ma, da adesso in poi, spero che rivedremo il gioco che eravamo riusciti ad esprimere. La coesistenza di Jefferson e Bossi è possibile ed in attacco ci da soluzioni in più ma, per converso, ci penalizza in difesa dunque è necessario trovare sempre il giusto equilibrio".

La Fortitudo Agrigento viene a propria volta da una settimana da non buttar via. In primis perchè domenica scorsa è arrivata la vittoria contro Tortona, e poi perchè nel turno infrasettimanale i biancazzurri hanno giocato quasi alla pari contro la capolista Casale Monferrato. Domani la sfida sul parquet di Cagliari contro una squadra da tenere d'occhio, e l'assenza per infortunio di Zugno può rendere tutto più complicato: "Cagliari è una squadra che ha migliorato il proprio grado di intesa - dichiara in sala stampa coach Franco Ciani - , anche gli americani conoscono meglio questo campionato. Nella partita d’andata, mancava Allegretti, questo è un aspetto che non abbiamo sottovalutato. Oggi, Cagliari, è un ‘cliente’ diverso. Siamo nella fase della stagione in cui ogni partita diventa uno scontro diretto. Oltretutto, loro, vengono da una vittoria importante contro Reggio Calabria, su un campo difficilissimo. Il nostro più che un percorso di crescita è stato uno slalom. Abbiamo ritrovato nelle ultime partite l’intensità difensiva che cercavamo, adesso dobbiamo ritrovare anche la continuità di prestazione".

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php