Live Sicilia

basket - champions league

Orlandina, l'ultima di coppa
Si gioca in terra tedesca


Articolo letto 435 volte

Trasferta sul parquet del Ludwigsburg per i biancazzurri ancora in forte emergenza.

VOTA
0/5
0 voti

CAPO D'ORLANDO (MESSINA) - Ultima recita in campo internazionale, almeno per quanto riguarda questa stagione, per la SikeliArchivi Capo d'Orlando, che chiuderà il proprio cammino in FIBA Champions League con la sfida sul parquet dei tedeschi del Ludwigsburg. Una partita che non ha nulla da dire in termini di classifica, visto che la compagine allenata da Gennaro Di Carlo è stabile ormai da tempo all'ultimo posto nel Gruppo B con appena due vittorie ottenute in tredici partite giocate, mentre dall'altra parte ci sono i tedeschi che, dal proprio canto, sono già da tempo qualificati alla prossima fase a eliminazione diretta e si giocheranno a distanza con i campioni in carica dell'Iberostar Tenerife il primo posto nel girone. Uno dei più classici testacoda, dunque, in programma in terra di Germania ma che non sembra interessare più di tanto a un'Orlandina che sembra proiettata con la mente alla sfida di Reggio Emilia, in programma domenica, ma soprattutto alla sosta in coincidenza con la Final Eight di coppa Italia, che si giocherà nel weekend successivo a Firenze.

Non una partita attesa in maniera spasmodica dal gruppo paladino, che è partito dall'aeroporto di Milano-Malpensa alla volta della Germania con un paio di defezioni di peso. Quella già nota e prevedibile era quella di Eric Maynor, il quale è uscito anzitempo dalla sfida sul parquet dell'Olimpia Milano per un problema alla caviglia, ma anche Engin Atsur non prenderà parte alla sfida di questa sera per via di un permesso personale richiesto per tempo alla società paladina. È partito alla volta di Ludwigsburg, invece, Vojislav Stojanovic, il quale era in panchina al Mediolanum Forum ma non è sceso in campo contro la formazione di coach Pianigiani, proseguendo in maniera graduale il proprio recupero dopo il pesante colpo alla schiena patito nella sfida di campionato contro la Virtus Bologna. Non è da escludere il suo impiego, vista anche la scarsezza di rotazioni nel settore degli esterni, mentre c'è attesa - almeno in questo caso - per il debutto in campo internazionale con la canotta dell'Orlandina per Nick Faust, il quale ha destato una discreta impressione all'esordio in campionato in quel di Assago.

Dunque sarà una SikeliArchivi Capo d'Orlando ancora in piena emergenza, quella che partirà alla volta della Germania e che sembra avvicinarsi a questa ultima sfida in campo continentale con una sensazione di sollievo, considerando l'affanno dovuto in buona parte agli impegni internazionali. Coach Gennaro Di Carlo, tuttavia, afferma di vedere in questa sfida contro il Ludwigsburg la possibilità di ripartire e di rilanciare le ambizioni e soprattutto la mentalità della sua squadra, specialmente in questo caso in cui i paladini non hanno nulla da perdere e potrebbero dunque giocare con la mente sgombra da pensieri negativi com'è accaduto nelle ultime partite stagionali: "Affrontiamo questa gara con un unico obiettivo, quello della ripartenza della squadra, che non può che passare dal fare bene le cose semplici e dall’idea che bisogna sempre giocare per vincere. Siamo tutti consapevoli che il momento è complicato, ma dobbiamo ritrovare il giusto spirito e la voglia di giocare insieme. Dobbiamo tornare ad essere una squadra capace di vincere le partite e per farlo servono grande concentrazione e compattezza".

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php