Live Sicilia

calcio - Serie C

Leoni incerottati e campo al limite
Bianco: "Fatto di necessità virtù"


Articolo letto 2.182 volte

L'allenatore del Siracusa si ritiene soddisfatto del punto conquistato a Cosenza nonostante i tanti infortuni ed un terreno di gioco in pessime condizioni.

VOTA
0/5
0 voti

COSENZA – Il Siracusa fa di necessità virtù e porta a casa un punto prezioso da Cosenza. Una squadra ampiamente rimaneggiata, quella di Bianco, è riuscita a ergere un muro davanti all’esordiente D’Alessandro, forse mostrando anche un atteggiamento un po’ troppo rinunciatario in fase offensiva che però giustifica lo 0-0 finale del ‘San Vito-Marulla’, un campo generalmente difficile dal punto di vista ambientale e reso ancora più ostico dalle condizioni metereologiche: “Io credo sia anche il risultato giusto viste le condizioni del campo e della squadra. Siamo usciti un po’ malconci dalla sfida contro il Fondi: abbiamo perso Tomei, Catania, in settimana De Silvestro e alla fine del primo tempo di oggi Parisi. Abbiamo fatto di necessità virtù. Dispiace trovare un campo in condizioni del genere in questa categoria, ma la squadra ha fatto la partita che avevo chiesto di fare. Se non sono stati perfetti, comunque sono contento e orgoglioso di allenare, prima ancora che dei giocatori forti, un gruppo di uomini con gli attributi”.

Nonostante un campo ai limiti della praticabilità, il tecnico aretuseo ha avuto modo di saggiare le qualità dei neo arrivati Bruno e Altobelli e dell’estremo difensore D’Alessandro, il quale ha timbrato la sua prima presenza tra i Pro mantenendo la porta inviolata: “Non era la partita ideale per esordire, ma sono stati perfetti visto i pochi giorni di allenamento a disposizione. Mi fido del direttore Laneri e non avevo dubbi che avrebbero potuto fare questo tipo di prestazione anche a partita in corso. Faccio i complimenti a tutta la squadra, ma permettetemi di farli soprattutto a Riccardo D’Alessandro che, all’esordio tra i professionisti, è stato perfetto”.

Soddisfatto della prova dei leoni anche il presidente del Siracusa, Gaetano Cutrufo: “Una squadra gagliarda che è stata brava a reagire anche agli ultimi episodi poco fortunati. Infortuni prima di tutto. Oggi il Siracusa sì è confermato squadra di carattere e temperamento. Ma oggi voglio complimentarmi con Bruno e Altobelli, che all'esordio hanno fatto una gran bella figura, e con il nostro portiere D’Alessandro chiamato all'esordio in un match particolarmente complicato – ha detto il patron –. Ma dopo una giornata come questa penso a quanto sia utile per noi il nuovo manto sintetico del ‘De Simone’. Credo infatti che la partita sia stata pesantemente condizionata dallo stato del terreno di gioco del ‘San Vito-Marulla’. Adesso – conclude Cutrufo – concentriamoci sul derby di domenica prossima contro l'Akragas anche alla luce della nuova politica sui prezzi che abbiamo adottato”.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php