Live Sicilia

calcio - serie c

Sicula, il ruggito che serviva
Tre gol e Bisceglie al tappeto


Articolo letto 1.906 volte

La squadra di Diana ottiene tre punti fondamentali coi pugliesi e si allontana dalla zona playout.

VOTA
0/5
0 voti

CATANIA - Vittoria preziosa e meritata per la Sicula Leonzio, la quale nella settimana in cui sembra essersi finalmente sbloccata la situazione relativa allo stadio "Angelino Nobile" trova nel suo stadio in 'prestito', ovvero il "Massimino" di Catania il suo fortino. Seconda vittoria consecutiva per la formazione bianconera, la quale sul campo etneo regola il Bisceglie con una prova di grande qualità e carattere, nella quale sono emerse le individualità degli attaccanti - vecchi e nuovi - a disposizione del tecnico Aimo Diana. Le parole pronunciate venerdì in conferenza stampa sono state profetiche, ad esempio, per Facundo Lescano, il quale ha trovato la via del gol alla sua prima presenza da titolare tra le fila dei leontini. E nonostante l'autogol di Gianola, sfortunato e inopportuno, che ha riaperto la partita non ci sono stati problemi per la compagine bianconera, che poco prima dell'intervallo ha trovato con Bollino la rete del nuovo vantaggio, difeso a denti stretti nella ripresa prima del sigillo finale, messo a segno da Arcidiacono.

Il primo tentativo lo firma Azzi dopo due minuti, con Narciso che respinge, mentre è molto più pericoloso D'Ursi qualche minuto più tardi, anche se il contropiede architettato dall'esterno ospite non trova i frutti sperati. Allora, alla prima palla gol, la Sicula Leonzio passa in vantaggio: Esposito recupera palla in mediana e serve Lescano, che calcia sul primo palo e sorprende Crispino. Il Bisceglie non sembra riuscire a reggere il ritmo dei bianconeri, a propria volta bravi a gestire ma non a rendersi pericolosi. Allora ci riprova D'Ursi, che al 26' non spaventa Narciso dalla distanza, mentre tre minuti dopo Lescano viene anticipato sul più bello. Tuttavia, in una fase apparentemente di calma i padroni di casa si fanno gol da soli: al 37' Azzi impegna il portiere leontino, poi Ayina cerca il tap-in ma viene favorito dalla deviazione di Gianola che insacca. Il difensore della Sicula prova a rifarsi e Crispino respinge il suo colpo di testa, ma è nel recupero che arriva il 2-1: azione stupenda con D'Angelo e Lescano che innescano Bollino, il cui sinistro è potentissimo e vale il vantaggio.

In avvio di ripresa è la Sicula a farsi pericolosa con Bollino che recupera palla ma manca l'appuntamento con la concusione, e poi con D'Angelo che ci prova da posizione defilata, impegnando Crispino. Azzi al 50' trova l'opposizione di Narciso, poi mister Zavattieri prova a cambiare qualcosa inserendo Jovanovic e D'Ancora, ma sono ancora i padroni di casa a fare la partita e a creare occasioni per chiudere i conti. Al 62' ci prova D'Angelo con una semirovesciata dal limite dell'area che termina fuori, mentre cinque minuti dopo Bollino prova ad innescare Lescano, ma Petta anticipa e strozza in gola la gioia della doppietta all'ex Siena. Leonzio in costante proiezione offensiva, Esposito ci prova in contropiede ma non trova i pali difesi da Crispino a 20 dalla fine, poi c'è spazio per il nuovo arrivato Sibilli che torna in bianconero in una gara che appare ormai a senso unico. Nel finale entra Arcidiacono, all'improvviso si rivede il Bisceglie con Montinaro e Petta che risvegliano i riflessi di Narciso, ma un contropiede mortifero pone la parola 'fine' sulla gara. Foggia se ne va palla al piede, a tu per tu con Crispino preferisce regalare ad Arcidiacono la palla del 3-1 a porta vuota. Ed è festa Leonzio.

TABELLINO

SICULA LEONZIO - BISCEGLIE 3-1 (15' Lescano, 37' aut.Gianola, 45'+4 Bollino, 93' Arcidiacono)

SICULA LEONZIO - Narciso, Pollace, Aquilanti, Gianola, Squillace, D'Angelo, Esposito, Davì, Bollino (83' Arcidiacono), Lescano (72' Foggia), Russo (73' Sibilli). In panchina Ciotti, Monteleone, Camilleri, De Felice, Granata, Cozza, Marano, Petermann. Allenatore Aimo Diana.

BISCEGLIE - Crispino, Delvino, Petta, Jurkic, Migliavacca (36' Diallo), Toskic (68' Prezioso), D'Ancora (54' Montinaro), Vrdoljak, D'Ursi (54' Risolo), Azzi, Ayina (5' Jovanovic). In panchina Alberga, Russo, Giron, Markic, Vassallo. Allenatore Nunzio Zavattieri.

ARBITRO - Andrea Colombo di Como

Ammonito Bollino.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php