Live Sicilia

basket femminile

Ragusa si ferma contro Schio
Secondo ko di fila in campionato


Articolo letto 331 volte

La capolista non ha pietà della Passalacqua spedizioni, che lotta ma non fa il miracolo.

VOTA
0/5
0 voti

RAGUSA - La Passalacqua spedizioni Ragusa non riesce nel miracolo, il secondo al quale era chiamata la formazione iblea nel giro di una settimana. Così, dopo aver provato senza successo a ribaltare il risultato contro Girona, pagando così con l'eliminazione ai quarti di finale di Eurocup, le ragazze allenate da Gianni Recupido escono sconfitte anche dalla sfida interna contro la Famila Schio, la vera dominatrice del massimo campionato di basket femminile nonchè formazione ricca di giocatrici di grande talento e spessore internazionale. Due su tutte Yacoubou e Zandalasini, con la prima che si è confermata anche al PalaMinardi come uno dei pivot più forti in circolazione anche al di là dei confini italiani, e con la seconda che ha messo in mostra sprazzi di quel talento che l'hanno portata alla ribalta nazionale durante gli ultimi Europei. Per la compagine biancoverde si sono visti segnali incoraggianti soprattutto da Gorini e Ndour, mentre Kuster ha dato evidenti segni di stanchezza dopo un grandissimo campionato e anche Hamby ha fatto quel che ha potuto sotto canestro. Il risultato finale di 65-78 la dice lunga sull'andamento del match.

Al termine dell'incontro del PalaMinardi, coach Gianni Recupido ammette la già evidente superiorità di Schio nei confronti di Ragusa. Due squadre che di recente hanno anche dato vita a finali scudetto al cardiopalma, ma che per il momento viaggiano su due piani separati. Le venete stanno continuando a volare e con ogni probabilità vinceranno lo scudetto anche quest'anno, mentre la Virtus Eirene, secondo il proprio coach, deve ancora continuare a crescere: "In questo momento tra noi e Schio ci sono una ventina di punti di differenza, ed è chiaro che a parte il primo quarto in cui siamo riusciti a tenergli testa e tenere alto il ritmo, quando sbagliamo poi qualcosa e in questo caso ci troviamo davanti anche una squadra come Schio che non ti perdona niente, ci smarriamo puntualmente. A quel punto, già nel secondo quarto, si è scavato il solco e non siamo più riusciti a recuperare. I numeri parlano chiaro per esempio alla voce valutazione che dice 61 Ragusa e 113 Schio. Adesso c’è la pausa e non vedevamo l’ora. Speriamo di poterla utilizzare al meglio per potere sistemare alcune cose e perfezionarne altre".

Recupido però è consapevole del fatto che i miglioramenti più impellenti che la Passalacqua spedizioni Ragusa dovrà fare, sono già presenti nel lavoro che di settimana in settimana viene portato avanti. Si tratta evidentemente solo di affinare alcuni passaggi sul piano degli schemi sui due lati del campo, in modo da tornare a vedere la miglior versione della formazione biancoverde, quella che tra novembre e dicembre ha scalato la classifica ed è tornata a far sognare la propria gente: "Le cose da fare tra l’altro sono già pronte e sappiamo dove dobbiamo andare a migliorare senza avere l’assillo di preparare le partite. Dobbiamo migliorare sicuramente il gioco senza pick and roll, la capacità di passaggio dentro, la capacità di attaccare il ferro, ed alcune spaziature perché spesso stiamo troppo vicini e troppo fermi e poi obiettivamente in questo ultimo periodo c’è stato un calo fisiologico e un po’ di stanchezza in più. Staccare anche un attimo la spina sarà quindi importante e vincere a Battipaglia sarà adesso fondamentale per mantenere il terzo posto prima della seconda fase".

TABELLINO

PASSALACQUA SPEDIZIONI RAGUSA - FAMILA SCHIO 65-78 (19-19, 28-39, 46-61)

RAGUSA - Consolini 3, Gorini 10, Spreafico 3, Formica 4, Stroscio ne, Rimi ne, Miccoli ne, Soli, Bongiorno ne, Hamby 17, Kuster 6, Ndour 22.

SCHIO - Yacoubou 21, Gatti 3, Miyem 10, Tagliamento 3, Anderson 20, Masciadri, Zandalasini 5, Ngo Ndjock, Dotto 6, Macchi 10.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php