Live Sicilia

Calcio - Serie C

Sicula Leonzio, calma e rimpianti
I colpi sono Monaco e Petermann


Articolo letto 2.680 volte

Dal Parma arriva il centrocampista, il Palermo presta il centrale. Calil può arrivare da svincolato.

VOTA
0/5
0 voti

LENTINI (SIRACUSA) - Un'ultima giornata tutto sommato tranquilla, a conferma ulteriore della positività tornata nell'ambiente e nel fatto che mister Aimo Diana ha dimostrato di gradire il materiale umano a tecnico a sua disposizione ormai da oltre un mese. La Sicula Leonzio non ha effettuato un alto numero di operazioni di mercato, in particolare in un ultimo giorno che solitamente è frenetico e riservato alla ricerca delle occasioni giuste, possibilmente a prezzi un po' più contenuti. Di fatto, due delle quattro operazioni di mercato in entrata portate avanti dalla dirigenza del club neopromosso in serie C sono avvenute oggi, ma una di questa è rappresentata da un rientro dal prestito che è rientrato a propria volta in uno scambio con l'Albinoleffe. Inoltre si è verificato un nuovo arrivo che ha rafforzato la difesa a disposizione del tecnico bresciano, mentre sul piano delle partenze - oltre a Bonfiglio che è approdato in Lombardia e di cui parleremo dopo - non c'è nulla da segnalare. E allora spazio anche per qualche rimpianto di mercato in casa bianconera.

Abbiamo già parlato dei due giocatori che nella giornata odierna sono andati a rimpinguare la rosa della Sicula Leonzio, aggiungendosi a Facundo Lescano e Ciro Foggia che sono arrivati a metà gennaio e hanno già messo sulle gambe un paio di presenze tra le fila dei bianconeri. Aimo Diana ha potuto accogliere Giuseppe Sibilli, ala destra classe 1996 che arriva con la formula del prestito proprio dall'Albinoleffe ma che in questa prima parte di stagione ha giocato poco, mettendo insieme appena 187 minuti nelle undici presenze raccolte in campionato con la maglia celeste. L'altro arrivo di casa leontina risponde al nome di Davide Petermann, e di fatto è l'unico nome tra quelli inseguiti a lungo che sono alla fine giunti alla corte di mister Diana. Il giovane centrale difensivo classe 1994, dopo un giro d'Italia che ha coinvolto cinque squadre prima di riportarlo in serie B a Palermo in questa prima parte di stagione, approda a Lentini per cercare quella continuità di presenza in campo e di prestazioni che potrebbe regalargli un prosieguo di carriera più prestigioso di quanto ha fatto finora. Nelle ultime ore si è concretizzato anche l'arrivo dal Parma del centrocampista Matteo Monaco.

Pochi arrivi, ma anche pochissime cessioni in questa finestra invernale di mercato per la Sicula Leonzio. Sono appena due, e sono entrambe in prestito. Nel primo caso, a dire il vero si tratta di un rientro dal prestito, visto che nel giorno che ha portato in bianconero Petermann il Palermo ha deciso di richiamare Francesco Bonfiglio, l'attaccante che è poi passato all'Albinoleffe nell'affare che ha portato Sibilli alla corte di Aimo Diana. Nell'ultimo giorno riservato alle trattative si è consumato anche l'addio di Diogo Tavares, che dunque termina in maniera fallimentare anche l'avventura vissuta tra le fila della Sicula Leonzio, dopo le difficoltà vissute a Messina e Catania. Dunque, in un mercato apparentemente piatto sul piano degli affari conclusi c'è spazio per qualche rammarico e alcuni rimpianti. In primis il mancato arrivo di un giocatore di peso nel reparto avanzato, con i nomi di Sarao del Monopoli e del brasiliano Caetano Calil pronunciati a più riprese durante il mese di gennaio, ma mai arrivati a Lentini. Nel caso dell'ex di Varese e Catania, però, lo status di svincolato ottenuto prima della chiusura del mercato consente di trattare ancora.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php