Live Sicilia

basket - serie a

Di Carlo spinge l'Orlandina
"Contro Venezia è un crocevia"


Articolo letto 363 volte

Arrivano i campioni d'Italia per aprire il nuovo anno, ma il coach vuole una squadra spavalda.

VOTA
0/5
0 voti

CAPO D'ORLANDO (MESSINA) - Ostacolo tricolore per iniziare l'anno nel migliore dei modi. La Betaland Capo d'Orlando attende l'arrivo dei campioni d'Italia in carica, la Umana Reyer Venezia allenata da Walter De Raffaele che in un certo senso porta bene ai paladini, e più nello specifico a Gennaro Di Carlo. Il coach della formazione biancazzurra, in una vigilia che avrà come intermezzo la giornata di Capodanno, sostiene che sarà tutt'altro che facile affrontare una squadra così forte e ben attrezzata: "Io penso che lo stimolo maggiore sia insito nella gara stessa, si giocherà contro i campioni d'Italia in carica e quindi non c'è migliore occasione per dimostrare le qualità del nostro gruppo. È una partita per noi sicuramente importante nell'ottica generale del momento del campionato e per chiudere bene il girone di andata. Ma è una partita speciale perchè si giocherà contro i campioni in carica. Una squadra di grande mentalità, di grande organizzazione e di grande talento. È sempre bello giocare questo tipo di partite, sicuramente negli ultimi anni Venezia per noi ha rappresentato un crocevia: due anni fa è arrivata la mia prima vittoria da capo allenatore, l'anno scorso abbiamo avuto consapevolezza definitiva dei nostri mezzi".

Dunque Di Carlo punta sul talismano lagunare per ritrovare quella vittoria che manca in campionato da un paio di giornate per l'Orlandina Basket. Una vittoria che assumerebbe ulteriore valore, sia perchè arriverebbe contro i detentori del titolo nazionale sia perchè potrebbe fare da ulteriore stimolo verso l'inizio del girone di ritorno: "Quest'anno è una partita molto importante, speriamo che possa finire con un lieto fine per noi anche quest'anno e che possa darci una motivazione extra in più per fare quel santo di qualità che la squadra sa di poter fare. Penso che la squadra si stia esprimendo su buoni livelli anche per quanto riguarda il lavoro offensivo, noi siamo una squadra che vuole creare sempre tanti tiri aperti, e nelle ultime gare questo sta arrivando. Siamo deficitari forse nelle conclusioni, ma la squadra inizia ad avere una sua regolarità, stiamo avendo un approccio differente tra gare interne ed esterne sul piano del carattere e della determinazione, dobbiamo invertire il trend lontano da casa e continuare il processo di crescita che sta avvenendo più sul piano mentale. Dobbiamo riuscire a giocare allo stesso modo in casa e fuori, in modo da poter restare sullo stesso livello anche per più stagioni".

Il coach della formazione biancazzurra, dunque, vuole vedere una squadra che dia il massimo per riuscire ad ottenere una vittoria di grande spessore, oltre che importante per lanciarsi in maniera definitiva in campionato. La Betaland Capo d'Orlando vuole vincere, e vuole farlo anche Di Carlo che analizza il roster di Venezia nel dettaglio: "Non possiamo permetterci di sbagliare questa partita, soprattutto sotto l'aspetto psicologico. Il fatto di esserci già riusciti in passato ci dà la consapevolezza di poterlo fare, ma non dobbiamo dare per scontato che questo accada. Per questo motivo il fatto di giocare con i campioni d'Italia deve farci capire la difficoltà della partita stessa, loro sono i migliori e dobbiamo avere il massimo approccio mentale possibile. Sono cambiati rispetto all'anno scorso, interpreti diversi ma alcune situazioni di gioco molto simili. Dobbiamo essere attenti, hanno molti giocatori che prediligono l'1 contro 1 che possono essere pericolosi in ogni momento della partita, e poi sono più competitivi rispetto all'anno scorso anche sotto canestro. Li vedo mentalizzati e compatti, arriveranno fino in fondo e rischiano di vincere ancora il titolo".

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php