Live Sicilia

Calcio - Serie C

Cristaldi: "Peccato per la sconfitta"
Bianco: "È stato un 2017 positivo"


Articolo letto 4.941 volte

Il commento di Paolo Bianco e del vice Gianluca Cristaldi nel post partita di Andria.

VOTA
0/5
0 voti

ANDRIA (BARLETTA) - Un finale beffardo condanna il Siracusa a chiudere il 2017 con una sconfitta sul campo della Fidelis Andria. Un ko che però, anche a detta del tecnico Paolo Bianco, non macchia quanto di buono fatto dai leoni quest’anno: “Dispiace aver perso questa partita perché l’avevamo in pugno, era una partita molto equilibrata. Peccato aver preso gol nel finale e dispiace aver finito così l’anno. Per quanto riguarda questa prima parte di stagione del Siracusa, credo che il giudizio sia più che positivo per quello che i ragazzi hanno fatto fino ad ora. Adesso abbiamo 15 giorni per recuperare stacchiamo un po’ con la testa e poi pensiamo di nuovo al campionato”.

Rammaricato anche il vice Gianluca Cristaldi, che si è fermato in sala conferenze nel post partita: “La partita si stava incanalando sullo 0-0. È stata una partita dove loro avevano avuto un’occasione nel primo tempo, ma per il resto anche noi abbiamo fatto poco lì in avanti. È stata una partita molto combattuta, più di seconde palle, una partita brutta direi. Comunque dispiace perché noi abbiamo creato poco come loro e avremmo dovuto portare a casa almeno un punto. Tutto è dipeso dal gol preso nel finale sul calcio d’angolo, una mischia, c’è stato un batti e ribatti. Un episodio sfortunato, poi si è cercato di recuperare più per inerzia che con la testa, ma la partita è finita lì. Ha vinto chi ha fatto gol per prima”.

“Le assenze in attacco? Non andiamo dietro a queste cose, considerata anche la prestazione che ha fatto Bernardo, che è stato uno dei migliori in campo. Sarebbe stato importante avere tutti a disposizione – ammette Cristaldi –, però è stata fatta una partita discreta da parte nostra e peccato andare via da qui con zero punti. È la seconda sconfitta in trasferta dopo la prima di campionato a Trapani, ma siamo soddisfatti dei ragazzi, di quanto si sta facendo e questo non bisogna trascurarlo. Si sta facendo qualcosa di straordinario ed i ragazzi meritano un plauso. Ora ci godiamo questa pausa e poi pensiamo a ripartire più forti di prima. Non ci poniamo obiettivi. Vogliamo vivere alla giornata, ma è normale pensare ai playoff”.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php