Live Sicilia

basket - serie a2

Fortitudo, l'anno finisce male
Reggio Calabria vince facile


Articolo letto 389 volte

I calabresi vendicano il ko di Trapani, Final Eight più lontane per Agrigento.

VOTA
0/5
0 voti

REGGIO CALABRIA - Non si chiude nel migliore dei modi il 2017 della Fortitudo Moncada Agrigento, che esce sconfitta in malo modo dalla Metextra Reggio Calabria e rischia di dire addio in maniera definitiva a quello che è stato un sogno cullato per tutta la prima parte della stagione, ovvero l'ennesima qualificazione alla Final Eight di coppa Italia. La compagine allenata da Franco Ciani ha subito una scoppola di grandi dimensioni, con i 32 punti di scarto in favore dei padroni di casa che sono venuti fuori in maniera graduale, a partire da un primo quarto in cui i biancazzurri hanno fatto fatica ad entrare in partita. Ma è stata la seconda metà di gara a far calare il sipario sulla gara in maniera definitiva, con Reggio Calabria che ha giocato una pallacanestro ad alti ritmi e non ha consentito spazio per il rientro ad una Moncada apparsa molle e anche a corto di energie fisiche e mentali, anche a causa di un risultato che è divenuto negativo fin dalle prime battute. Difficoltà sui due lati del campo per Agrigento, che dunque chiude male un anno che è stato comunque positivo.

C'è da dire che la fortuna ha voltato le spalle ad Agrigento fin dai minuti precedenti alla partita, con il forfait del capitano Marco Evangelisti che ha dovuto alzare bandiera bianca nel corso del riscaldamento effettuato in prossimità della palla a due. Con la perdita di un giocatore tanto carismatico quanto importante a livello tecnico e tattico, la Moncada ha perso anche diverse certezze e ne ha subito approfittato la Metextra per effettuare il primo break, trascinata in particolare da un Chris Roberts particolarmente in palla. Così, dopo un primo quarto in cui i padroni di casa hanno doppiato il Gigante nel punteggio sul 23-11 per poi prendere in maniera netta il comando sulla partita. Dall'altra parte subentra Pepe che però non è il solito giocatore visto nelle ultime partite, e alla sfortuna di cui si è parlato pocanzi con l'infortunio di capitan Evangelisti si aggiunge anche il problema fisico che toglie dalla partita anche Jalen Cannon, che fino a quel momento era stato uno dei pochi a mantenere intensità e continuità sui due lati del campo per la Fortitudo.

Senza il proprio capitano e con il miglior giocatore della gara fino a quel momento, la Moncada Agrigento ha accusato un inevitabile calo che ha portato all'uscita definitiva dalla partita. Così la Metextra ha potuto allungare nel punteggio, come detto nella seconda metà di gara in cui di fatto si è visto poco o nulla dalla compagine biancazzurra. Il parziale di terzo e quarto periodo parlano di un 49-31 in favore dei padroni di casa, i quali hanno sfruttato ancora l'energia e la buona serata al tiro di Roberts, chiudendo anche con altri quattro giocatori in doppia cifra, ovvero Rossato, Pacher, Baldassarre e Fabi. Dall'altra parte, tolti gli 11 punti di un Cannon che probabilmente avrebbe potuto mettersi sulle spalle la squadra senza l'infortunio patito nel secondo quarto, da sottolineare la buona prova di Guariglia che ha chiuso a quota 13 punti, uno in più di Ruben Zugno che in assenza di Evangelisti ha cercato più il canestro oltre a provare a dare il solito contributo in chiave assist. Chiude con dieci punti Simone Pepe, e si chiude male il 2017 di Agrigento, che resta comunque tra le prime del girone Ovest e dopo Capodanno potrà preparare la sfida contro la Leonis Roma, con il ritorno al PalaMoncada di Ale Piazza.

TABELLINO

METEXTRA REGGIO CALABRIA - MONCADA AGRIGENTO 96-64 (23-11, 47-33, 74-52)

REGGIO CALABRIA - Pacher 14, Passera, Baldassarre 12, Fabi 12, Roberts 23, Benvenuti 8, Rossato 16, Caroti 7, Bianchi, Taflaj ne, Marino, Agbogan 4.

AGRIGENTO - Williams 5, Evangelisti ne, Pepe 10, Guariglia 13, Lovisotto 4, Savoca ne, Cannon 11, Zugno 12, Ambrosin 9, Cuffaro ne.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php