Live Sicilia

basket - serie a

Orlandina, missione ad Avellino
Di Carlo: "Ci sarà Stojanovic"


Articolo letto 585 volte

Betaland di scena contro la Sidigas dell'ex Fitipaldo, il coach annuncia il rientro del serbo.

VOTA
0/5
0 voti

CAPO D'ORLANDO (MESSINA) - Si riprende a giocare dopo le festività natalizie, e per la Betaland Capo d'Orlando arriva una prova fondamentale per dare una piega alla propria stagione. Si gioca al PalaDelMauro per affrontare la Sidigas Avellino, un avversario storicamente difficile da superare sul proprio parquet e che presenta nel proprio roster una bella fetta del recente passato della storia paladina, quel Bruno Fitipaldo che ha brillato nei primi mesi della scorsa stagione in canotta biancoblu prima di andare al Galatasaray. Gennaro Di Carlo presenta la partita come un vero e proprio crocevia della stagione dell'Orlandina, anche se di fronte c'è una squadra di grande spessore: "Si va ad Avellino ad affrontare una partita molto difficile, contro un avversario sicuramente forte che negli ultimi anni ha dimostrato grande continuità di rendimento, da squadra stabile nelle prime quattro del campionato e abituata a giocare le coppe. Avellino oltre ad avere un organico molto completo e profondo, pieno di talento e taglia fisica, esprime soprattutto grande mentalità".

Di Carlo sa esattamente cosa deve chiedere ai suoi giocatori per riuscire ad effettuare quel che sarebbe un vero e proprio exploit, oltre a dare una svolta alla stagione di una squadra che, dopo aver iniziato male la stagione, ora punta senza mezzi termini alla qualificazione, per il secondo anno consecutivo, alla Final Eight di coppa Italia: "Per noi si tratta di una gara importante, a quattro giornate dalla fine del girone di andata siamo ancora in piena corsa per un posto nella Final Eight, per questo andremo al PalaDelMauro per fare una partita consistente e per mettere in difficoltà gli irpini. Fatto questo, vedremo se ci sarà la possibilità di cogliere un successo che sarebbe molto importante. Secondo me la squadra è in crescita, vedo miglioramenti costanti, ad Avellino dobbiamo tornare a esprimere una buona pallacanestro: contro Brindisi abbiamo vinto soprattutto una partita di carattere, di determinazione e di voglia, ma non con una buona qualità di gioco. Rispetto a Varese mi aspetto una squadra che dia un segnale di ripresa, di consistenza mentale e di capacità di fare la partita anche fuori casa".

La notizia più bella per l'Orlandina, in vista della sfida di Avellino ma soprattutto per il prosieguo della stagione, è il ritorno a pieno regime di Vojislav Stojanovic. L'esterno serbo classe 1997 rientrerà nelle rotazioni paladine nella sfida in terra irpina, e Di Carlo non può non essere felice per il fatto di poter contare anche su di lui per una sfida così importante: "Stojanovic sarà della contesa, non vedevamo l'ora. Riprenderà dopo un lungo periodo di riabilitazione successivo a un grave infortunio patito proprio contro Avellino lo scorso aprile. Per noi sarà un'aggiunta importante, prima di tutto perché come ragazzo incarna in termini di mentalità l'orlandino perfetto, sicuramente darà il suo apporto di carattere e mentalità alla squadra. Naturalmente bisogna tenere conto che sarà la sua prima partita dopo un lungo stop, sarebbe da folli pensare che possa essere decisivo ad Avellino, però è un primo passo importante. Voja ci darà una mano ad allungare le rotazioni sul perimetro e ci darà forza fresca, soprattutto a livello di energia mentale, e questo per noi è già tantissimo. Sono anche curioso di vedere cosa potrà fare dopo tanto tempo ma sono soprattutto fiducioso: poter contare sul suo apporto fin da Avellino sarà molto importante".

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php