Live Sicilia

Calcio - Serie C

Di Napoli non fa polemiche
"Arbitro fuori forma, ci sta"


Articolo letto 4.783 volte

Akragas fermato dal Matera e dai rigori, il tecnico è soddisfatto per la prestazione.

VOTA
0/5
0 voti

AGRIGENTO - Un pareggio che può starci se consideriamo la mole di gioco creata da ciascuna delle due squadre, ma anche tanto rammarico in casa Akragas per un'altra vittoria sfumata in una gara interna, almeno da calendario. Il girone di ritorno si apre per il Gigante con un punto in più in classifica, quello guadagnato ieri pomeriggio al "De Simone" di Siracusa contro il Matera, squadra che è venuta in terra aretusea per giocarsela e che ha creato un gran numero di palle gol, buona parte delle quali sventate dal solito ottimo Vono. La rete bellissima di Sepe avrebbe potuto shockare gli uomini allenati da Gaetano Auteri ed esaltare la compagine allenata da Raffaele Di Napoli, ma nel finale molto acceso è ripartita la spinta del Matera culminata nel pareggio, arrivato con il secondo rigore di giornata: Giovinco ha fallito il primo nel primo tempo, ma non il secondo calciato a dieci minuti dalla fine. E nel finale ci è voluto ancora un intervento prodigioso di Vono per evitare quella che forse sarebbe stata una sconfitta non ingiusta, palle gol alla mano, ma comunque beffarda per un Akragas che ha lottato a denti stretti come sempre.

E nel post-partita del "De Simone", mister Di Napoli ha avuto parole importanti da spendere, più o meno per tutti. In primis per i tifosi dell'Akragas e per la città di Agrigento, che spinge da lontano una squadra che in casa non ci gioca da almeno due mesi, e poi per il tifosissimo del Gigante Iachino attualmente in lotta all'ospedale. Poi, però, si parla del pareggio maturato contro il Matera, anche a causa della discutibile condotta arbitrale: "Non ho mai parlato degli arbitri - esordisce Di Napoli in conferenza stampa - , non ne voglio parlare adesso ma avete visto tutti. A me non interessa parlarne, voglio pensare solo a noi che dobbiamo fare il massimo in ogni partita. Può capitare che un giocatore o un allenatore non sia in forma per una partita, forse oggi l'arbitro non era in forma ma sono cose che capitano in una partita di calcio. L'unica cosa che mi sento di dire è che esigo rispetto, siamo giovani e siamo ultimi in classifica ma ci vuole rispetto per chi lavora ogni settimana in maniera dura e facendo sacrifici. Certe cose non mi piacciono".

Entrando più nello specifico di una gara in cui l'Akragas ha spesso sofferto l'iniziativa degli ospiti, Di Napoli ammette di aver preparato la sfida contro il Matera proprio per provare a tamponare dietro per poi cercare la ripartenza, in modo da non subire più di tanto la proprietà di palleggio e l'intraprendenza dei giocatori del Matera: "Io ho preparato la partita in questo modo, sapevo che davanti a noi c'era una squadra di grandi palleggiatori e con grande personalità, in grado di fare sempre giocate importanti. Auteri è un allenatore esperto per questa categoria, noi abbiamo fatto quello che dovevamo fare. Loro non hanno fatto tantissimi tiri in porta, noi siamo mancati nelle ripartenze. Sono comunque contento, vorrei che questi ragazzi non perdessero l'autostima sulla quale stiamo lavorando. Li ho mandati a casa per il Natale con le loro famiglie - ha concluso Di Napoli - , poi dovremo tornare a pensare al lavoro per proseguire nel migliore dei modi il girone di ritorno".

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php