Live Sicilia

basket - serie a

Orlandina, ecco la nuova casa
Un progetto per 5.600 persone


Articolo letto 955 volte

Ufficiale l'incarico per progettare il nuovo palazzetto dello sport della compagine paladina.

VOTA
0/5
0 voti

CAPO D'ORLANDO (MESSINA) - La nuova casa dell'Orlandina Basket ha finalmente un volto, oltre ad una capienza e una zona nella quale sorgerà e della quale diventerà anche il fiore all'occhiello. Nel corso del pomeriggio è stato infatti ufficializzato, con delibera del 7 dicembre 2017, l’incarico per la progettazione definitiva del nuovo palazzetto dello sport del comune paladino, che è stato assegnato dall’Amministrazione Comunale alla Società di Ingegneria Sympraxis. Una società palermitana che avrà il compito di dare sostanza a quelle che sono state le idee che hanno preso strada negli ultimi anni negli uffici del club biancazzurro, che ha dovuto prendere atto delle ultime decisioni prese dal consiglio della FIP: saranno ammesse ai playoff, infatti, solo società che potranno far disputare le gare interne in palasport da almeno 5.000 posti a sedere di capienza. Quindi si tratta di un altro gran bel passo fatti in avanti dalla società paladina, che entro i prossimi mesi potrà avere una nuova casa in cui disputare le partite casalinghe dopo aver affidato i propri ricordi più belli al catino del PalaFantozzi.

Ma proviamo ad entrare un po' più nel dettaglio di quella che sarà la nuova casa dell'Orlandina Basket, in attesa che si possa finalmente celebrare il trasloco ufficiale e definitivo. La struttura sorgerà nella zona ovest di Capo d'Orlando, e andrà ad aggiungersi al polo sportivo che è già esistente e funzionante, essendo presente in quella zona anche lo stadio "Micale" in cui ha giocato l'Orlandina che fino a un paio di stagioni fa militava in serie D. Il nuovo palasport avrà una capienza di 5.600 posti a sedere, e al suo interno prevedrà anche uffici, una spa, una palestra, svariate zone riservate ai servizi, un'area commerciale, una caffetteria. E poi ancora depositi, foyer e dulcis in fundo una zona che verrà riservata alla Hall of Fame dell'Orlandina Basket. Il tutto all'interno di un'area da ben 11.000mq, distante appena 4 chilometri dallo svincolo autostradale "Capo d'Orlando ovest". Quindi sarà qui che si celebrerà la storia passata e futura del club paladino, visto che ci sarà spazio per i campioni che scenderanno sul parquet ma anche per chi ha fatto grande la società in Italia e anche in Europa.

Ci pensa Franco Ingrillì a sfoderare quel mix di orgoglio e grande soddisfazione per la conferma ufficiale per il via al progetto per la costruzione della nuova casa dell'Orlandina Basket. Il primo cittadino di Capo d'Orlando ha anche parlato in maniera concreta di quelle che saranno le tappe della marcia di avvicinamento per vedere sorgere l'impianto che di fatto prenderà il posto del PalaFantozzi nell'ospitare le gare interne della formazione paladina. E dalle parole del sindaco del comune nebroideo si legge anche la voglia di non perdere troppo tempo in lungaggini burocratiche per consegnare il nuovo gioiello alla formazione che fa da vanto per l'intero territorio, almeno in ambito sportivo: "Giungeremo entro marzo alla cantierabilità - ha dichiarato Ingrillì - ed in questo lasso di tempo individueremo le modalità di finanziamento dell’opera per la quale il Project Financing costituisce la prima ma non unica opzione. L’attenzione dei vertici Regionali rende infatti possibili valutazioni alternative. Consapevoli delle esigenze prodotte dalle nuove normative sportive, privilegeremo il percorso più rapido".

Soddisfazione ma anche orgoglio da parte di Enzo Sindoni, che partecipa in maniera attiva ad un progetto che, oltre al ruolo di presidente dell'Orlandina Basket, lo vede coinvolto anche in qualità di ex sindaco di Capo d'Orlando prima dell'elezione proprio di Ingrillì. Il numero uno del club di via Beppe Alfano sottolinea l'importanza della nascita di un nuovo impianto che sia al passo con le nuove norme federali, visto che solo struttura da almeno 5.000 posti a sedere consentiranno di partecipare ai playoff in campionato: "La costruzione di un novo palasport è una ulteriore dimostrazione dell’efficienza e della concretezza che contraddistingue Capo d’Orlando, le stesse qualità che hanno reso e rendono possibile ascesa e permanenza del nostro club ai vertici del basket italiano. Continuo a ritenere che le priorità per il rilancio del nostro sport siano altre e che il momento economico della nostra nazione non possa essere ignorato, così come non può essere trascurato il fatto che nove squadre su sedici stiano giocando in impianti con capienza inferiore ai cinquemila posti. In ogni caso, e come sempre - conclude Sindoni - , Capo d’Orlando e la Sua squadra, saranno all’altezza dei nuovi standard richiesti".

Il progetto del nuovo Palasport


/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php