Live Sicilia

Calcio - Serie C

La nuova Sicula piace a Diana
"Lottiamo e giochiamo, così va bene"


Articolo letto 5.126 volte

Il tecnico bianconero soddisfatto con riserva dopo lo 0-0 nel derby con il Siracusa.

VOTA
0/5
0 voti

CATANIA - Continua a restare imbattuta e soprattutto a non subire reti la Sicula Leonzio guidata da Aimo Diana, che dopo la roboante vittoria sul campo della Reggina impone lo 0-0 nel derby provinciale contro il Siracusa. Una partita in cui la formazione bianconera ha provato a proporsi ma è stata anche molto brava nel tamponare i tentativi degli aretusei, come ha ribadito anche il tecnico bresciano nella conferenza stampa post-gara: "Sono soddisfatto, alla mia squadra serviva una partita di lotta e lo è stata - ha dichiarato Diana nella sala stampa del "Massimino" - . Domenica scorsa è stata una partita tecnica, la mia squadra ha saputo lottare contro un avversario che ha 31 punti e ne ha fatti tanti in trasferta. Potevamo di certo sfruttare qualche giocata in maniera migliore, abbiamo rischiato qualcosa perchè chiedo sempre alla mia squadra di giocare. Quel che mi interessa è non aver subito gol per la seconda gara consecutiva, abbiamo ancora una partita da giocare per mettere a posto qualcosa ma abbiamo dato tanto. Quando sono arrivato ho chiesto ai miei ragazzi di lottare, finora l'obiettivo è stato raggiunto".

Il lavoro portato avanti in queste prime due settimane in casa Sicula Leonzio sta dunque portando i suoi frutti, in termini di risultati ma soprattutto sul piano del gioco. I bianconeri stanno bene in campo, e dopo averlo dimostrato con una prova ai limiti della perfezione a Reggio Calabria, lo hanno fatto anche al termine di una bella partita contro il Siracusa. Ma Diana vuole vedere una squadra propositiva e bilanciata anche nelle prossime gare di campionato: "Abbiamo lavorato tanto sulle seconde palle in settimana, è chiaro che se lavori bene in settimana i frutti si vedono. I primi 20 minuti sono stati di attesa per entrambe, poi è chiaro che loro hanno lavorato sulla fisicità e noi sulla tecnica per fare propria la partita. Abbiamo cercato di giocare palla a terra e arrivare in porta con le nostre trame di gioco, sono soddisfatto per questo motivo oltre che per non aver subito gol e aver concesso quasi solo tiri da fuori, oltre all'episodio del rigore. La squadra sa di poter giocare a calcio, e sono convinto che continueremo a farlo, dobbiamo fare sempre risultato e non possiamo mai accontentarci del pareggio".

Il più grande rammarico per Diana arriva però dal calendario. I progressi visti in maniera evidente in queste ultime due gare subiranno uno stop per via della pausa prevista durante le festività natalizie, per la sua Sicula Leonzio ci sarà una sola occasione per continuare a dare ritmo sul campo, nella sfida del 30 dicembre sul campo del Matera. Nel frattempo il tecnico bianconero potrà continuare a lavorare sulle gambe e sulla testa dei suoi giocatori: "Abbiamo una settimana di pausa, ne approfitteremo per mettere qualcosa nelle gambe. È un peccato doversi fermare tra 15 giorni, lavoreremo per finire nel migliore dei modi l'anno e per aggiustare qualcosa. La nostra è una squadra di qualità che gioca con un'idea chiara. Alla squadra avversaria ci penso sempre ma faccio fatica a parlarne, devo concentrarmi di più sulla mia e devo dare maggiore autostima ai miei ragazzi. Abbiamo tutte le qualità per giocare a viso aperto. I tifosi? Questa è la morte del calcio - prosegue Diana - , per fortuna i pochi tifosi che possono venire si fanno sentire. Non so le cause, ma dispiace tanto che non si possano vedere le partite in casa".

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php