Live Sicilia

Calcio - Serie C

Cosenza corsaro al 'Provinciale'
Il Trapani resta a bocca asciutta


Articolo letto 2.279 volte

Battuta d'arresto per i granata, sconfitti in casa dai silani col risultato di 1-2. Nel finale espulso Palumbo.

VOTA
0/5
0 voti

TRAPANI – Brutta sconfitta al ‘Provinciale’ per il Trapani che davanti ai suoi tifosi viene fermato da un Cosenza corsaro, capace di portarsi in vantaggio per ben due volte. Non è bastato il sesto centro stagionale di Reginaldo, che intorno all’ora di gioco aveva riportato il punteggio in parità dal dischetto del rigore. Le reti di Mendicino al 39’ del primo tempo e di Idda all’82’ beffano la squadra di Calori che nel finale è rimasto anche in inferiorità numerica per l’espulsione di Palumbo. Nessun aggancio in vetta, dunque, per un Trapani che ora rischia di vedere il Lecce scappare via nel derby pugliese col Monopoli di questo pomeriggio.

Partita vibrante sin dalle prime battute. La prima occasione è di marca rossoblu: al 3’ Cosenza subito pericoloso con un tiro-cross dalla sinistra di Palmiero che termina di poco alto sopra la traversa di Furlan. Al 10’ si fanno vedere in avanti anche i padroni di casa con Evacuo che tenta il tiro senza però sorprendere Saracco. Passano altri dieci minuti ed il Trapani va vicinissimo al vantaggio: cross dalla sinistra di Bastoni da calcio piazzato ed incornata di Silvestri che indirizza bene, ma la palla sfiora il palo e termina sul fondo. Al 26’ arriva la risposta dei silani col calcio di punizione di D’Orazio, il quale disegna una traiettoria velenosa che finisce di poco alta. Al 33’ altra occasione per i granata con Legittimo che su punizione dai 25 metri non inquadra la porta di Saracco per una questione di centimetri. Il Trapani pressa, ma al 39’ sono gli ospiti ad andare avanti nel punteggio: bel traversone dalla destra di Corsi e preciso colpo di testa di Mendicino che batte Furlan e firma il suo primo centro stagionale. Nei minuti finali del primo tempo, allora, i siciliani si riversano nell’area avversaria nel tentativo di ristabilire l’equilibrio prima dell’intervallo ma l’unico pericolo corso dal Cosenza arriva al 42’ con Pagliarulo che sugli sviluppi di un corner prova a colpire di testa, ma Saracco blocca.

Al rientro dagli spogliatoi la formazione di Calori riparte col piglio giusto: al 56’ Maracchi di testa va vicino al gol, ma Saracco smanaccia con un intervento provvidenziale. Poco dopo Calamai ci prova dal limite per gli ospiti, ma la mira è imprecisa. Poi al 61’ Reginaldo viene cinturato da Pasqualoni in area e per l’arbitro è calcio di rigore: dagli undici metri l’esperta punta brasiliana non sbaglia e riporta il risultato in parità. Si sveglia, allora, il Cosenza di Braglia che al 70’ prova a rimettere la testa avanti col diagonale velenoso di Palmiero, sul quale è bravo Furlan a deviare in angolo. Ma all’82’, dopo i numerosi cambi, su azione da calcio piazzato Idda svetta in area trapanese e beffa Furlan per il nuovo vantaggio rossoblu. Il difensore ex Casertana esulta un po’ troppo accendendo gli animi: accenno di rissa in mezzo al campo, cartellini gialli che fioccano e Palumbo, già ammonito va a fare la doccia anzitempo lasciando i suoi in svantaggio ed in inferiorità numerica. Nonostante tutto i granata ci provano fino alla fine e all’87’ il neo entrato Visconti sfiora il pari su calcio di punizione dal limite, ma Saracco si tuffa e riesce a bloccare in due tempi e mette in cassaforte il successo per i suoi.

Tabellino

Trapani-Cosenza 1-2

Marcatori: Mendicino 39’, Reginaldo (rig.) 62’, Idda 82’.

TRAPANI (3-5-1-1): Furlan; Silvestri, Pagliarulo, Legittimo; Fazio, Maracchi, Palumbo, Bastoni (Minelli 57’), Rizzo (Visconti 74’); Reginaldo; Evacuo (Murano 57’). A disposizione: Pacini, Ferrara, Bajic, Taugourdeau, Dambros, Steffè, Canino, Girasole. Allenatore: Calori.

COSENZA (3-4-2-1): Saracco; Idda, Pasqualoni (Pascali 76’), Dermaku; Corsi, Calamai (Trovato 93’), Palmiero (Loviso 76’), D’Orazio; Statella (Boniotti 93’), Tutino (Liguori 80’); Mendicino. A disposizione: Perina, Collocolo. Allenatore: Braglia.

Arbitro: Sig. Daniel Amabile (Vicenza)

Assistenti: Sig. Gianluca Sartori (Padova) e Sig. Antonio Spensieri (Genova)

note - ammoniti: Pasqualoni 61’, Palumbo 79’, Idda 83’, Liguori 85’; espulsi: Palumbo 86’.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php