Live Sicilia

calcio - serie c

Diana: "Pensiamo partita per partita
Leonzio occasione per pochi"


Articolo letto 1.592 volte

Il neo allenatore bianconero è stato presentato alla stampa al fianco del presidente Leonardi e del direttore Mignemi.

VOTA
0/5
0 voti

LENTINI (SIRACUSA) – La Sicula Leonzio volta pagina. Lo fa con la presentazione ufficiale del nuovo tecnico, Aimo Stefano Diana a cui la società affida il compito di riportare in carreggiata i bianconeri dopo l’ultimo periodo negativo e ritrovare una vittoria che manca ormai da fine ottobre: “Cambiare tecnico non è mai bello, ma serviva dare una scossa a tutto l’ambiente – ha detto il presidente Leonardi nel corso della conferenza di quest’oggi –, un cambio di rotta che possa darci quella marcia in più, che dimostri la nostra voglia di mantenere questa serie C”.

Diana prende il posto di mister Rigoli, esonerato dopo il pesante ko interno contro la Paganese nell’ultimo turno di campionato: “Abbiamo grande stima di mister Rigoli col quale abbiamo iniziato questo progetto che purtroppo non ha dato i frutti sperati – ha proseguito il direttore Mignemi –, a lui dobbiamo solo un grande ringraziamento per la sua professionalità. Da ieri si è voltato pagina e oggi è il giorno di mister Diana. A me ha colpito molto la forte motivazione che lo ha convinto ad accettare la nostra panchina, ma soprattutto i concetti tattici che sposano alla perfezione il nostro progetto”.

La parola poi passa al protagonista di giornata Aimo Diana, che non nasconde il proprio entusiasmo per la sua nuova avventura col club lentinese: “Avere la possibilità di lavorare con una società che, a detta di tutti, viene rimarcata come una società solida, con ambizione, che ha voglia di fare, che ha voglia di investire, che ha investito e che ha voglia di fare calcio è un privilegio davvero per pochi – ha detto il neo allenatore bianconero –. È chiaro che un allenatore nuovo porta senza esagerare qualcosa in più, che la squadra ha voglia di rivalsa, ma sono tutte frasi fatte e a me le frasi fatte non piacciono”.

Diana ha le idee chiare, niente calcoli o schema fisso, si vive alla giornata focalizzando l’obiettivo sempre sul prossimo impegno: “Sono abituato a pensare partita per partita, mi piace lavorare in relazione alla squadra avversaria, non ho un modulo prefissato, lavoro in base alle indicazioni che mi offre il campo e la situazione generale della squadra se è in grado di fare le cose che metabolizza in allenamento – ha aggiunto Diana –. Mercato? Sappiamo che da qui a poco tempo vi è la possibilità eventualmente di sistemare la squadra. Questa è stata anche una volontà, la mia, di raggiungere questa società anche perché so di potere intervenire se necessario”.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php