Live Sicilia

basket femminile

È una Ragusa senza pietà
Cento punti contro Battipaglia


Articolo letto 279 volte

Virtus Eirene travolgente dopo la sconfitta di Schio, ma non c'è il pass per la Final Four.

VOTA
0/5
0 voti

RAGUSA - La Passalacqua Spedizioni Ragusa travolge la Treofan Battipaglia nella più bella partita della stagione, nonchè una delle migliori della storia recente della formazione biancoverde, ma non riesce a portare a casa il primo obiettivo stagionale. Un clamoroso 100-49 quello con cui le ragazze allenate da coach Gianni Recupido ha travolto senza pietà la formazione campana, anche se al termine della sfida del PalaMinardi è arrivata la notizia della mancata qualificazione alla Final Four di coppa Italia, obiettivo che Ragusa ha sempre raggiunto fin dalla sua ascesa nella massima serie. In ogni caso, con questa vittoria roboante la Virtus Eirene è riuscita a mettersi definitivamente alle spalle la brutta caduta di domenica scorsa sul parquet della capolista Famila Schio, che al giro di boa di metà stagione comanda con quattro lunghezze di vantaggio sul terzetto composto da Venezia, Lucca e San Martino di Lupari, le altre tre qualificate alla coppa e capaci di staccare di due lunghezze proprio la Passalacqua spedizioni. Ora inizierà il girone di ritorno, con una formazione biancoverde più consapevole dei propri mezzi.

Non è stata una vera e propria partita di campionato, è sembrata più che altro un'amichevole di metà settimana quella disputata dalla formazione iblea, che fin dai primi possessi ha messo sul parquet tanta cattiveria, mettendo la gara sui binari prediletti. Addirittura il primo quarto si è concluso con un divario di 20 punti sul 28-8 in favore della Passalacqua spedizioni, trascinata soprattutto da una Dearica Hamby che chiuderà il suo pomeriggio con 22 punti (10/14 al tiro) in 21 minuti di gioco. In doppia cifra per la Virtus Eirene anche le altre due straniere, con Jessica Kuster che ha realizzato 13 punti e Astou Ndour che ha chiuso a quota 12 punti con 9 rimbalzi. Il tutto con tutte e tre le straniere di coach Recupido che hanno trascorso poco meno di metà gara sedute in panchina. Molto bene anche Alessandra Formica, che ha chiuso la gara con 13 punti in altrettanti minuti di gioco. Il punteggio ha consentito al coach di concedere diversi minuti a chi ha giocato poco finora, ovvero le giovani Stroscio, Rimi e Bongiorno, ma anche a una Maria Miccoli che poco per volta sta entrando nelle rotazioni ragusane.

Soddisfatto della prova delle sue ragazze Gianni Recupido, il quale nel frattempo non nasconde anche una buona dose di amarezza per aver fallito il primo obiettivo stagionale, ovvero la qualificazione alla Final Four di coppa Italia: "È stata una partita che siamo stati bravi a mettere sui binari giusti sin dai primi minuti poi siamo andati in fiducia e ovviamente c’è stato poco da rilevare dal punto di vista tecnico. La cosa importante è stata che abbiamo fatto un passo avanti dal punto di vista del gioco di squadra, e nonostante si potesse andare di iniziative personali le ragazze si sono cercate e hanno attaccato tutte insieme. Per quanto riguarda la classifica finale di questo girone d’andata, purtroppo non è dipeso da noi e questo deve essere un monito per il proseguo del campionato, perché devi dipendere da te stesso e se in questo girone d’andata avessimo vinto una partita in più avremmo fatto la Final Four come sempre era accaduto negli anni precedenti. Se devo fare qualche prima valutazione sulle altre formazioni al termine di questa prima parte di stagione, mi viene da dire che sicuramente Lucca resta sempre la squadra che conserva quell’anima che le ha permesso di vincere lo scudetto lo scorso anno, e Schio è ancora la squadra da battere".

TABELLINO

PASSALACQUA SPEDIZIONI RAGUSA - TREOFAN BATTIPAGLIA 100-49 (28-8, 58-22, 81-37)

RAGUSA - Consolini 7, Gorini 8, Valerio ne, Spreafico 8, Formica 13, Stroscio 4, Rimi 2, Miccoli 8, Soli 3, Bongiorno, Hamby 22, Kuster 13, Ndour 12.

BATTIPAGLIA - Orazzo 6, Chicchisiola, Cremona ne, Miletic 13, Sasso ne, Trimboli 3, Policari 4, Campbell 6, Mattera, Andrè ne, Davis 17.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php