Live Sicilia

calcio - serie b

È un pareggio amaro
I rosa sbattono su Audero


Articolo letto 4.422 volte

I rosanero non vanno oltre lo 0-0 contro un Venezia rimasto anche in dieci uomini nel secondo tempo.

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - Un pareggio con l'amaro in bocca. Il Palermo impatta sul Venezia che riesce a portare via dal Barbera un punto al termine di una sfida terminata a reti inviolate. Una partita giocata su binari chiari dall'inizio, con la squadra di Tedino che in gran parte dell'incontro ha avuto il pallino del gioco in mano. Il problema, però, resta negli ultimi 30 metri visto che il Palermo non è riuscito ad andare a segno. Colpa anche dell'assenza di Ilija Nestorovski, rimasto dall'inizio in panchina per una contusione rimediata ieri. Il recupero non è stato possibile e allora Tedino ha deciso di lanciare Trajkovski al fianco di Coronado.

Un Palermo senza punte, un Palermo che non riesce a creare problemi se non dal piede di Igor Coronado. Il brasiliano più di una volta nel corso della gara prova a fare tutto da solo, un egoismo "sano" per una intesa con Trajkovski tutt'altro che ottima. I rosanero provano più volte a concludere verso la porta difesa da Audero, ma sbattono su un vero e proprio muro. Di contro gli uomini di Pippo Inzaghi, in campo con un modulo a specchio che vedeva Geijo e Moreo in avanti, si rendono pericolosi nella prima frazione grazie ad un colpo di testa di Modolo - poi uscito per un infortunio - che termina a lato.

Nel secondo tempo la partita non si smuove dai binari del primo tempo: nei primi quindici minuti della ripresa il Palermo conclude per ben quattro volte verso la porta (Jajalo, Coronado, Gnahoré e ancora Coronado) ma senza impensierire Audero. Tedino prova a giocarsi anche la carta La Gumina al posto di un ottimo Gnahoré, ma la migliore occasione è sui piedi di Coronado che alla mezz'ora con un tiro da posizione defilata sfiora la traversa. L'episodio che può cambiare la partita arriva ad una manciata di minuti dalla fine quando Domizzi, appena ammonito, si lascia sfuggire qualche parola di troppo con l'arbitro: rosso e Venezia in dieci. Il Palermo prova il tutto e per tutto, anche con l'ingresso di Embalo in campo, ma Audero si supera con un grandissimo intervento di controbalzo sul guineano proprio allo scadere dei 90'. Per il Palermo è un punto amaro visto che aggancia la vetta ma rischia di perderla domani quando scenderà in campo il Bari.

Tabellino

PALERMO-VENEZIA 0-0

MARCATORI: //

PALERMO: 12 Posavec; 28 Dawidowicz, 6 Struna, 24 Szyminski; 3 Rispoli (cap.), 13 Gnahoré (20 La Gumina 24' st), 8 Jajalo, 35 Murawski, 19 Aleesami (11 Embalo 40' st); 10 Coronado; 7 Trajkovski. A disposizione: 1 Maniero, 22 Pomini, 4 Accardi, 21 Fiordilino, 30 Nestorovski, 33 Petermann. Allenatore: Bruno Tedino.

VENEZIA: 1 Audero; 6 Domizzi (cap.), 13 Modolo (3 Bruscagin 23'), 4 Andelkovic; 31 Del Grosso, 14 Pinato, 7 Bentivoglio, 23 Falzerano (30 Signori 1' st), 27 Zampano; 19 Geijo, 11 Moreo ( 9 Zigoni 33' st). A disposizione: 12 Vicario, 33 Gori, 5 Stulac, 8 Soligo, 10 Fabiano, 18 Suciu, 21 Mlakar, 24 Fabris, 25 Cernuto. Allenatore: Filippo Inzaghi.

Arbitro: Daniele Chiffi (Padova).

Assistenti: Valerio Colarossi (Roma 2) - Vincenzo Soricaro (Barletta).

Quarto ufficiale: Matteo Proietti (Terni).

Note - Ammonizioni Murawski 33' pt, Bentivoglio 44' pt, Domizzi 34' st, Dawidowicz, Jajalo 43' st. Espulsioni: Domizzi 34' st per proteste.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php