Live Sicilia

calcio - serie c

Calori esulta con moderazione
"Trapani, ora non fermiamoci"


Articolo letto 1.012 volte

Il tecnico granata sottolinea la forza del gruppo dopo la vittoria nel derby con il Catania.

VOTA
0/5
0 voti

TRAPANI - Alessandro Calori esulta ma in maniera composta, dopo una delle vittorie più belle ottenute dal Trapani in questa stagione. Il Catania è stato di fatto tramortito e sconfitto con merito dalla formazione granata, nel tanto atteso derby del "Provinciale" contro gli etnei di Lucarelli, al termine di una gara in cui i padroni di casa hanno svolto il proprio compito alla grande, bloccando nella maggior parte dei casi le fonti di gioco degli etnei, andando a colpire con Silvestri e Reginaldo in un primo tempo praticamente perfetto. E il tecnico non può non essere felice: "Questa ha squadra ha ordine e capacità di creare e finalizzare occasioni - ha dichiarato Calori in sala stampa - . Tutti hanno fatto un'ottima partita, se vogliamo trovare il pelo sull'uovo a volte ci siamo schiacciati troppo con i centrocampisti, rischiando di prendere delle infilate evitate alla grande dai difensori. È una prestazione importante contro una delle formazioni migliori del campionato, noi insieme a loro e al Lecce siamo attese a fare un campionato continuo. Chi ci riuscirà e chi sarà più attento vincerà, è una stagione lunga questa, gli scontri diretti sono importanti ma non determinanti per andare a lungo".

Un Trapani che ancora una volta ha dato un forte segnale di compattezza e di spirito di gruppo, ovvero due degli elementi fondamentali per condurre una stagione che alla lunga può rivelarsi vincente. Ecco perchè in conferenza stampa, ancora una volta, Calori sottolinea l'aspetto dell'unità di intenti di questa squadra, che dopo un paio di risultati shock come le rimonte subite da Matera e Catanzaro ha saputo tirare fuori gli artigli e ha messo in piedi una bellissima striscia di risultati positivi: "Il gruppo è fondamentale, se si guardano solo i risultati senza insegnare le cose che devi fare non hai fatto niente. È un lavoro che va portato avanti continuamente, non dobbiamo fermarci: non sarà semplice, ma credo che ci siano le possibilità per riuscirci. Io ho visto una squadra, un gruppo che sa fare le due fasi, si aiuta in fase di possesso e non possesso. Devo sempre cercare di portare miglioramenti, è fuori dubbio, ma se questi miglioramenti portano ad interpretare partite come quelle di stasera, siamo già sulla buona strada. Silvestri si è fatto male, farà una risonanza e non so se è una botta, ma spero non sia nulla di grave".

La bravura da parte del Trapani, nella sfida contro il Catania, è venuta fuori anche nella capacità di leggere le variazioni tattiche imposte da Lucarelli alla sua squadra. Una formazione schierata in maniera diversa rispetto alle previsioni ma che non ha spiazzato più di tanto i granata e lo stesso Calori, il quale invita ora i suoi ragazzi a non soffermarsi su questo risultato e a pensare subito al Monopoli: "Avevamo preparato la gara sul 4-3-3, loro si sono presentati con il solo Mazzarani alle spalle di Curiale e con due esterni alti. Avevamo un dubbio sul loro sistema tattico, ma finora tutte le squadre che sono venute a giocare a Trapani hanno cambiato il sistema di gioco rispetto alle loro abitudini, questo vorrà dire qualcosa. Il nostro gruppo deve solo consolidarsi, e attraverso le partite e le vittorie la capacità di essere gruppo aumenta. Da fuori si può vedere come si comporta la squadra in campo, sembra tutto fuorchè qualcosa che non sia un gruppo. Sappiamo di dover continuare a lavorare, dimenticare la partita precedente e lavorare subito per quella successiva".

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php