Live Sicilia

calcio - serie c

L'Akragas nelle mani di Nava
Incontro con Alessi: si chiude


Articolo letto 3.118 volte

L'imprenditore italo-elvetico è pronto a diventare l'azionista di maggioranza del club agrigentino.

VOTA
0/5
0 voti

AGRIGENTO - La tanto attesa svolta per il futuro dell'Akragas, almeno per quanto riguarda l'aspetto societario, sembra essere finalmente arrivata. Dovrebbe essere Roberto Nava il nuovo azionista di maggioranza del club della città dei Templi, visto che in queste ore si sarebbe consumato anche l'incontro tra i due presidenti della società. Silvio Alessi, patron storico del club del Gigante, e Marcello Giavarini, azionista uscente della squadra, hanno infatti visto Nava in un hotel a Milano, dove avranno certamente discusso e probabilmente finalizzato un affare del quale si parla ormai da qualche giorno - per quel che riguarda nello specifico l'imprenditore italo-svizzero - ma di cui si discute ormai da diversi mesi, quando sembrava inevitabile il fatto che solo un cambio di proprietà potesse essere l'unica via per salvare l'Akragas dalle soglie del fallimento. Ora, finalmente, la svolta sembra essere arrivata con l'avvento concreto di un nuovo imprenditore pronto a mettere le mani sul club, che da tempo cercava un nuovo acquirente.

Che Roberto Nava si stesse realmente avviando a prelevare l'Akragas dalle mani di Alessi (più che da quelle di Giavarini) è storia divenuta nota a cavallo tra la fine della scorsa settimana e l'inizio di quella in corso. Si era parlato chiaramente di closing, termine che solitamente indica proprio la conclusione di una trattativa per un passaggio di proprietà, ma che fino a quando non arrivano le firme sui documenti è solo una parola come tante altre. L'incontro tra le parti avvenuto oggi nel capoluogo lombardo, tra lo stesso Nava e gli attuali azionisti di maggioranza del Gigante, rende il tutto ancor più concreto e possibile, considerate le intenzioni piuttosto chiare dell'imprenditore italo-elvetico, il quale diventerà a propria volta azionista di maggioranza del club e lascerà agli attuali vertici, ovvero proprio Alessi e Giavarini, delle quote di minoranza. Stando ai rumors, si parla già di cifre importanti per iniziare un percorso diverso e decisamente meno complicato di quello attuale per il club della città dei Templi, reduce da un anno a dir poco difficile.

Nava è infatti disposto a versare circa 170mila euro, che serviranno in primis a diventare il socio di maggioranza in casa Akragas, fornendo anche le referenze necessarie per subentrare anche nella fidejussione, attualmente in mano ad Alessi. Ci è voluto un importante intervento sul piano diplomatico e di mediazione da parte di Enzo Caponnetto, noto legale agrigentino, per portare avanti questa trattativa. Nava ha dunque superato in volata l'imprenditore toscano Alessandro Nuccilli, che nelle ultime due settimane era uscito chiaramente allo scoperto senza però far trasparire ottimismo per la conclusione della trattativa per il suo acquisto. E con l'avvento da parte dell'imprenditore italo-svizzero, che ha già esperienze nel mondo del calcio come collaboratore nell'FC Lugano e come direttore generale nel Vllaznia in Albania, ora si cercherà di trasmettere un po' di serenità a una squadra reduce da otto sconfitte consecutive e che dopo la penalizzazione di tre punti arrivata a inizio settimana è scesa a nove punti dalla zona salvezza.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php