Live Sicilia

calcio - serie c

Sicula Leonzio, recupero amaro
Falcone trafigge i bianconeri


Articolo letto 2.713 volte

Il Catanzaro passa al "Massimino" con una doppietta dell'ex Trapani. Inutile il gol di Marano.

VOTA
0/5
0 voti

CATANIA - Brutta sconfitta per la Sicula Leonzio, che nel recupero del campionato di serie C riceve una lezione dal Catanzaro, gettando così alle ortiche una bella occasione per fare punti sul proprio campo e per guadagnare terreno in classifica. Alla fine sono i calabresi a tornarsene a casa con l'intera posta in palio dentro la valigia, al termine di una gara in cui i ragazzi guidati da Davide Dionigi sono stati più concreti e hanno sfruttato al meglio l'atteggiamento aggressivo con cui sono scesi in campo fin dall'inizio. Dall'altra parte, invece, come in un film già visto in più di un'occasione la compagine bianconera non si è dimostrata concreta ed incisiva, subendo anzi le reti avversarie con delle disattenzioni che una squadra che lotta per evitare la retrocessione non può permettersi. Così ci ha pensato Falcone a trafiggere per due volte la retroguardia leontina, dopo aver gonfiato la rete del Siracusa nell'ultimo turno di campionato: l'ex giocatore di Trapani e Catania, dunque, è il man of the match di una gara che complica e non poco i piani della Sicula Leonzio, il cui gol di Marano nel finale è inutile.

La Sicula Leonzio punta subito su Arcidiacono e sulla sua verve, ma la prima emozione la procura il Catanzaro: Benedetti batte Narciso dopo otto minuti, ma l'arbitro ravvisa un fuorigioco. I bianconeri provano a tornare a macinare gioco, ed è ancora il numero 7 a ravvivare il tutto con un assist per Marano, il quale cerca il tocco sottomisura ma viene fermato da Sirri in angolo. La formazione di mister Rigoli riesce ad aggirare l'atteggiamento decisamente aggressivo dei giallorossi, ci vuole un guizzo di Zanini per anticipare ancora Marano al 21', mentre due minuti dopo una mischia nell'area leontina non provoca pericoli per Narciso. In realtà il gioco latita nella fascia centrale del primo tempo, la Sicula prova a creare sulla fascia sinistra ma l'assist di Squillace per Marano alla mezz'ora si rivela troppo lungo. Poi il Catanzaro non trova la porta con la zuccata di Onescu al 34', prima di un'altra gran giocata di Arcidiacono non sfruttata dai compagni, e un altro grande assist se ne va. Un primo tempo non esattamente emozionante si chiude con il tentativo di Gammone a tempo scaduto: Nordi para, poi è intervallo.

Si torna dagli spogliatoi con Dionigi che inserisce Nicoletti e Puntoriere per scuotere i suoi. E in effetti la scossa arriva, visto che il Catanzaro passa al sesto minuto: è ancora Falcone, dopo aver trafitto il Siracusa sabato, a ricevere un assist sporco e a battere Narciso per il vantaggio degli ospiti. La Sicula Leonzio è chiamata a reagire ma in prima battuta fa fatica a rimettersi in sesto: il primo tentativo è di De Rossi, ed è da dimenticare, poi entrano Esposito e Bollino e si passa al 4-3-3. I bianconeri spingono con maggiore convinzione, al quarto d'ora una palla balla pericolosamente in area ospite ma Sirri salva da pochi passi. Chance che i padroni di casa pagheranno caro, visto che Falcone torna a colpire: ripartenza letale del Catanzaro, l'ex etneo raccoglie il rinvio di Narciso e lo batte da una trentina di metri. Gara che sembra in pugno per i calabresi, ma Marano la riapre: all'82' schema perfetto che libera Arcidiacono, il cui tiro deviato favorisce il 25 bianconero che insacca. Si riaccende il match: Arcidiacono calcia da fuori e solo il palo gli nega la gioia del pareggio, poi Narciso è costretto agli straordinari sulla punizione di Zanini. Assalto finale dei bianconeri, ma il fortino calabrese regge.

TABELLINO

SICULA LEONZIO - CATANZARO 1-2 (51' e 70' Falcone, 82' Marano)

SICULA LEONZIO - Narciso, Squillace (90' Russo), Gianola, Arcidiacono, Camilleri, De Rossi, Aquilanti (57' Bollino), Davì, Gammone, Marano (90' Ferreira), D'Angelo (57' Esposito).

CATANZARO - Nordi, Icardi (46' Nicoletti), Benedetti (74' Maita), Zanini, Gambaretti, Riggio, Onescu, Spighi (59' Marin), Kanis (46' Puntoriere), Sirri, Falcone (74' Anastasi).

Arbitro - Marini di Trieste

Ammoniti - Onescu (C), Marin (C), Maita (C).

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php