Live Sicilia

basket femminile

Ragusa, una vittoria d'oro
Venezia cade al PalaMinardi


Articolo letto 388 volte

La più bella prestazione della stagione coincide con la vittoria con l'ambiziosa Umana Reyer.

VOTA
0/5
0 voti

RAGUSA - La più bella Passalacqua spedizioni Ragusa porta a casa una delle partite più attese dal pubblico e dalla stessa squadra biancoverde. La Umana Reyer Venezia, una delle formazioni più forti ai nastri di partenza della massima serie di basket femminile, cade al PalaMinardi al termine di una gara in cui, finalmente, le ragazze di coach Gianni Recupido hanno tirato fuori tutto il potenziale a propria disposizione. Cinque giocatrici in doppia cifra alla sirena finale, e soprattutto un grande ritmo tenuto quasi per tutta la partita, con le ragazze ospiti che non sono riuscite mai a passare in vantaggio in momenti topici della partita, visto che soprattutto nel finale del match sono arrivati cinque punti pesantissimi. In primis con la tripla di una Chiara Consolini in stato di grazia, e poi con il canestro decisivo di Ndour su uno splendido assist di Gaia Gorini, finalmente decisiva in attacco. Così arriva la quarta vittoria in campionato per Ragusa, senza ombra di dubbio la più prestigiosa dopo la dolorosa sconfitta con le campionesse in carica di Lucca.

E di un successo che è tanto pesante quanto prestigioso non poteva non goderne anche Gianni Recupido. Il coach della Passalacqua spedizioni Ragusa sostiene ovviamente che questa sia la vittoria più bella tra quelle ottenute dall'inizio della stagione. Non solo perchè al cospetto della biancoverdi c'era una vera e propria corazzata, costruita per fare grandi cose in campionato e in Europa, ma anche perchè una vittoria in uno scontro diretto era quello che serviva: "Un’ottima partita dal punto di vista offensivo dato che 86 punti non sono sicuramente sempre nelle nostre corde, ma avevamo qualcosa da farci perdonare, sia io che le ragazze ed abbiamo fatto quel qualcosa di più che serve per conquistare buoni traguardi. Io spero che questa partita possa essere utile per farci prendere consapevolezza di quelli che sono i nostri mezzi, perché Venezia riamane una delle migliori squadre del campionato, con un roster composto da giocatrici di ottimo livello. Se vogliamo trovare qualcosa da migliorare, c’è sicuramente da migliorare la nostra difesa quando non segniamo perché capita che quando non facciamo canestro ci demoralizziamo".

Una partita nella quale coach Recupido ha potuto finalmente ammirare in tutto il proprio splendore il potenziale offensivo di una squadra come Ragusa, che ha tra le proprie fila giocatrici di striscia oltre che dal grande temperamento. E il coach della Passalacqua spedizioni ammette la necessità di trovare continuità nelle sue giocatrici migliori, ovvero le americane Hamby e Kuster ma non solo, visto che il tanto atteso salto di qualità deve passare da tutto il 'supporting cast', composto dalle italiane che completano un roster di ottima levatura: "In ultima analisi quando noi riusciamo a portare cinque giocatrici in doppia cifra è difficile che si perda, e se noi riusciamo a girare la palla e non attaccare in maniera statica facciamo un bel salto di qualità. Questa partita pesava tantissimo perché con la sconfitta in casa con Lucca avevamo compromesso il cammino per la Final Four - conclude Recupido in conferenza stampa - , e adesso le prossime due devono servire proprio per oliare questo meccanismo di cui parlavo prima".

TABELLINO

PASSALACQUA SPEDIZIONI RAGUSA - UMANA REYER VENEZIA 86-79 (30-18, 45-36, 60-59)

RAGUSA - Consolini 18, Gorini 11, Valerio 2, Spreafico ne, Formica 5, Stroscio ne, Rimi ne, Miccoli ne, Soli, Hamby 17, Kuster 19, Ndour 13.

VENEZIA - Bestagno 1, Carangelo 6, Kacerik, Williams 36, De Pretto 4, Sandri, Ruzickova 14, Dotto, Madera ne, Togliani ne, Walker 18.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php