Live Sicilia

basket - champions league

Orlandina, si torna in Europa
A Ventspils per la prima gioia


Articolo letto 233 volte

Trasferta lettone per la truppa di Di Carlo, mentre la dirigenza lavora per Hogue e una guardia.

VOTA
0/5
0 voti

CAPO D'ORLANDO (MESSINA) - Non c'è tempo per gioire e per godersi una delle più belle vittorie degli ultimi mesi per l'Orlandina Basket, attesa da un altro lungo viaggio per la sesta giornata della fase a gironi di FIBA Champions League. La formazione paladina, reduce dalla brillante prestazione e dal successo prezioso sul parquet di Sassari, volerà fino in Lettonia per affrontare il BK Ventspils, formazione che nelle prime cinque gare del gruppo B ha raccolto tre vittorie e due sconfitte. Un altro ostacolo duro da superare dunque per i biancazzurri di coach Di Carlo, i quali sono partiti senza Mario Ihring, il playmaker slovacco rimasto a casa per curare il problema alla caviglia riportato proprio durante la gara disputata domenica in terra sarda. Rotazioni ancora corte, dunque, per una squadra che sta finalmente trovando continuità di prestazione durante l'intera partita dopo aver espresso una buona pallacanestro in diverse uscite in cui è però mancata la vittoria. Ora sembra che finalmente l'Orlandina riesca ad avere un po' più di efficacia lungo tutto l'arco della gara, in attesa che le rotazioni tornino ad essere quelle previste - almeno sul piano della profondità - in avvio di stagione.

Nel frattempo, però, si parla in maniera sempre più incalzante di mercato. I prossimi sette giorni saranno quelli decisivi per il tesseramento di Dustin Hogue: la FIBA si è assunta la responsabilità di intervenire in prima persona martedì 21 se, nel frattempo, il club coreano che detiene il cartellino del lungo americano ex Dolomiti Energia Trentino non concederà il nullaosta all'Orlandina. Si parla anche del futuro di Justin Edwards, MVP proprio nella gara vinta in quel di Sassari: per lui è arrivata un'offerta importante proprio dalla Corea, con l'ex varesino Eric Maynor in rampa di lancio per sostituire la guardia canadese qualora il club paladino dovesse accettare, e ottenere dunque un ricco buyout da questa cessione. Si parla di una cifra vicina ai 100mila euro che finirebbero nelle casse del club di via Beppe Alfano qualora si concretizzasse la cessione di Edwards, per il quale sarebbe dunque già pronto il nome del sostituto, peraltro memore di una buona esperienza in Italia.

Nel frattempo, però, c'è da pensare ad un'altra partita importante in ambito internazionale. Manca ancora la vittoria all'Orlandina, che spera di tornare dalla Lettonia con ulteriori buone indicazioni. Nel frattempo, l'assistant coach Nicola Brienza presenta l'avversario di turno, elencandone pregi e difetti: "Ventspils è una squadra fisica, che gioca una buona pallacanestro, capace di coinvolgere tanti giocatori senza affidarsi all'individualità per risolvere i problemi. Dovremo comunque stare attenti ad alcuni giocatori che sicuramente hanno ottime qualità, come il duo di esterni americani composto da Emmanuel Ubilla e Blake Hamilton, il centro lituano Julius Jucikas e anche i lettoni Aigars Skele e Maris Gulbis, giocatori di talento, il primo in grado di attaccare anche in uno contro uno e l'altro apre molto bene il campo con il tiro da fuori. Ventspils, come squadra, è dotata di un'ottima batteria di tiratori e dovremo stare molto attenti sul perimetro. Noi andiamo con grande entusiasmo dopo la nostra bella vittoria in campionato a Sassari, peccato per l'assenza di Mario Ihring ma vogliamo giocare un'altra buona partita".

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php