Live Sicilia

calcio - serie b

Palermo a rischio fallimento?
Servirebbero 20 milioni subito


Articolo letto 8.152 volte

Situazione delicata per il club di viale del Fante, come riporta l'edizione odierna de La Repubblica.


PALERMO - Il futuro del Palermo appeso a 20 milioni, altrimenti il rischio potrebbe essere quello di andare incontro al fallimento. E' l'ipotesi avanzata dall'edizione odierna de La Repubblica, secondo cui bisognerebbe trovare in fretta questa somma per scongiurare quella che in procura verrebbe ribattezzata "la decisione". Ombre sulla società di viale del Fante, a poche ore dall'insediamento alla presidenza di Giovanni Giammarva. Stando a quanto riporta il quotidiano, fonti vicine al palazzo di giustizia parlano di decisioni "molto importanti" che potrebbero essere prese entro questo mese.

Situazione delicata, dunque, anche perché il Palermo avrebbe un'esposizione pari a 120 milioni di euro e la cifra di 20 milioni servirebbe come boccata d'ossigeno per andare avanti: "Il club complessivamente avrebbe un’esposizione di 120 milioni di euro - scrive La Repubblica - e i venti milioni di euro da trovare subito non sarebbero altro che la quota minima per mantenere solvibile la società". Momento complicato, se quanto riportato dal quotidiano venisse confermato, che sposterebbe inevitabilmente l'attenzione dal campo ai libri contabili.

L'inserimento in seno alla società di Giammarva, dunque, sarebbe tutto fuorché casuale: “Toccherebbe a lui - prosegue La Repubblica - il compito di ottimizzare le poche risorse disponibili e indirizzarle verso le voci di bilancio che più sono esposte ad una eventuale istanza di fallimento. La svolta all’indagine è arrivata quando la società di revisione Price Waterhouse Coopers ha consegnato ai pm e alla Guardia di finanza la relazione su specifiche operazioni finanziarie - conclude il giornale e sulla sostenibilità dei conti del Palermo”. Da capire, adesso, cosa potrà succedere. Il popolo rosanero trattiene il fiato in attesa di novità.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php