Live Sicilia

calcio - serie c

Non è ancora un Siracusa maturo
Il Lecce passa 3-1 al 'De Simone'


Articolo letto 2.425 volte

Gli aretusei cadono ancora una volta tra le mura amiche: i salentini si confermano la prima forza del campionato.

VOTA
0/5
0 voti

SIRACUSA – Continua a non portare fortuna il ‘De Simone’ al Siracusa che subisce una pesante sconfitta dalla capolista Lecce. 3-1 il risultato finale di una partita mai messa in discussione e resa un po’ meno amara dal solito Emanuele Catania che ha firmato nel finale il gol della bandiera. Esame di maturità rinviato, dunque, per il Siracusa di Bianco, che dovrà rialzarsi già dal prossimo impegno contro il Catanzaro per dare seguito al bel cammino fatto sin qui.

Salentini corsari e determinati ad ottenere i tre punti sin dalle prime battute nonostante la perdita per infortunio di Di Matteo già al 12’. Tre minuti più tardi Armellino sblocca il risultato sfruttando al meglio un tiro di Torromino rimpallato in area. Scardina di testa prova a scuotere i suoi, ma la sua conclusione esce di poco, ma è Giordano ad avere la palla del pari al 19’: il veterano azzurro spreca da pochi passi sugli sviluppi di una punizione di Mancino spizzata involontariamente da un difensore giallorosso. Al 21’ Tomei si supera deviando in angolo una gran conclusione di Di Piazza, che però al 24’ esulta per il gol del raddoppio: Tsonev ruba la sfera a Spinelli che s'invola e serve, l'attaccante che salta il portiere e insacca a porta vuota.

Nella ripresa si fa vedere subito in avanti il Siracusa alla ricerca di un gol che possa riaprire il discorso: ci prova Mancino al 54’, ma la sua conclusione deviata viene bloccata da Perucchini. Bianco sostituisce Scardina con Bernardo ed al 52’ Cosenza salva i suoi anticipando proprio l’attaccante col numero 2 sulle spalle servito a pochi passi da Perucchini. Al 62’ ci prova ancora Armellino, ma Tomei si rifugia in corner con un altro grande intervento. Due minuti più tardi però il portiere aretuseo deve capitolare per la terza volta sulla splendida conclusione di Tsonev che insacca all’incrocio con un gran pallonetto dopo essersi liberato di Mangiacasale. Il Siracusa si spinge ancora in avanti e al 74’ è Lele Catania ad accorciare per i leoni, svettando più in alto di tutti sul corner battuto da Mancino. Poco dopo però il Siracusa perde mister Paolo Bianco, allontanato dall’arbitro per proteste e gli aretusei non riescono a trovare soluzioni valide per riaprire i giochi.

Tabellino

Siracusa-Lecce 3-1

Marcatori: Armellino 15’, Di Piazza 24, Tsonev 64’, Catania 74’.

SIRACUSA (4-2-3-1): Tomei; Daffara, Turati, Magnani (Mangiacasale 64’), De Vito; Giordano (Mazzocchi 84’), Spinelli; Liotti (Parisi 55’), Catania, Mancino; Scardina (Bernardo 55’). A disposizione: D’Alessandro, Sandomenico, Mucciante, Palermo, Vicaroni, Toscano, Grillo, Plescia. Allenatore: Bianco.

LECCE (4-3-1-2): Perucchini; Lepore, Cosenza, Riccardi, Di Mattero (Ciancio 12’), Armellino, Arrigoni, Costa Ferreira (Pacilli 32’); Tsonev; Di Piazza (Drudi 79’), Torromino (Caturano 79’). A disposizione: Chironi, Vicino, Valeri, Gambardella, Lezzi, Avvantaggiato. Allenatore: Liverani.

Arbitro: Sig. Mei di Pesaro.

Assistenti: Sig. Marchi di Bologna e Sig. Saccenti di Modena.

Ammoniti: Riccardi 33’, Tsonev 77’, Pacilli 82’.

Espulsi: Bianco (all.) per proteste 77’.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php