Live Sicilia

basket

Orlandina, caduta rovinosa
Il Neptunas passeggia a Capo


Articolo letto 111 volte

La SikeliArchivi regge per metà partita, poi i lituani salgono in cattedra e vincono di 30 punti.

VOTA
0/5
0 voti

CAPO D'ORLANDO (MESSINA) - Ancora una sconfitta, ancora una rovinosa caduta per la SikeliArchivi Capo d'Orlando, che perde anche nella quinta giornata del Gruppo B di Basketball Champions League in casa contro i lituani del Neptunas Klaipeda. Una partita che sembrava restare aperta almeno per i primi due quarti, in cui sono stati soprattutto la voglia e la grinta a tenere in piedi la formazione allenata da Gennaro Di Carlo, con il coach che ha dovuto fare i conti anche con l'assenza forzata di Atsur, il quale ha fatto saltare un altro pezzo importante nelle rotazioni della squadra. L'allenatore dei paladini ha dovuto fare di necessità virtù anche stavolta, e finchè le energie hanno retto l'Orlandina non ha giocato una brutta partita. Ma nell'ultimo quarto è venuta fuori la maggiore esperienza e la qualità dei giocatori baltici, trascinati soprattutto da un Seibutis che ha dimostrato ancora una volta di che pasta sono fatti i grandi giocatori. Questo ko segna in maniera quasi definitiva l'esperienza continentale della SikeliArchivi, la quale dovrà ancora una volta radunare le energie per prendersi il riscatto in campionato.

L'Orlandina non inizia bene in attacco ma rintuzza in difesa, Zelionis e Girdziunas puniscono. Sono già tante le palle perse in avvio per la SikeliArchivi, poi Tello scava ancora la fossa e dopo tre minuti e mezzo Di Carlo chiama già il timeout. Il cronometro dice che Capo trova i primi punti in lunetta con Edwards a 5:45 dalla fine del quarto, ma Butkevicius ricaccia indietro i paladini che a metà periodo non hanno ancora segnato su azione. Ci pensa Ikovlev da sotto a fare 'gol', la difesa continua a lavorare bene e Tello deve inventare il canestro del +5, al quale replica Edwards. Un lampo di Seibutis ridesta i lituani un po' soporiferi in attacco, l'Orlandina trova il tap-in di Wojciechowski per restare a contatto ma dorme sulla linea di fondo presa da Kisielius. È in crescita il polacco della SikeliArchivi, poi Delininkaitis prende la bomba del 13-20 con cui si chiude il quarto.

Il layup di Seibutis vale il +9 Neptunas, Di Carlo getta nella mischia Laganà ma i lituani da sotto sono micidiali con Galdikas. Orlandina sfortunata al tiro pesante e pigra per un giro in difesa: Tello punisce e allunga il parziale interrotto dai liberi di Delas. Poi arriva finalmente la bomba di Edwards che vale il -8 per una SikeliArchivi che mette tanta grinta ma viene bruciata da Jucikas. L'energia della giovane Orlandina viene tramutata in punti da Alibegovic, ma continua la gara ad inseguimento che viene portata avanti dalla bomba con fallo dell'ex Torino e con il layup di Ihring per il -5. Ci pensa Tello a sbloccare Klaipeda tra attacco e difesa, ma Kulboka inventa il canestro in teardrop alla quale replica Seibutis in contropiede. Gli ospiti riprendono a correre, Johnson si sblocca da tre e Kisielius e Butkevicius firmano il +15 da sotto. Pessima fine di metà gara per l'Orlandina, che torna negli spogliatoi sotto 28-43.

Kisielius realizza al ritorno dagli spogliatoi dopo il jumpshot di Ikovlev, poi Alibegovic firma la bomba del -12. L'ex Fiat è decisamente il più in palla in casa SikeliArchivi, manca ritmo offensivo ma non l'intensità da parte dei paladini, puniti da Butkevicius da sotto. Wojciechowski torna a segnare, ma l'Orlandina inizia a pagare a caro prezzo i pochi ricambi e la conseguente fatica accumulata. Ancora il polacco e Ikovlev tentano il riavvicinamento, ma Klaipeda torna a difendere e Delininkaitis imita Alibegovic col gioco da quattro punti che vale il +14. I due si sfidano ancora al tiro da dietro l'arco, poi arriva anche la bomba di Ikovlev, ma Seibutis con quattro punti in fila colleziona il 47-62 di fine terzo quarto.

Quando ci si aspetta che in avvio di quarto periodo l'Orlandina tenti il tutto per tutto, invece il Neptunas mette i punti che sigillano la vittoria. Galdikas e Seibutis portano il divario sul +21, che aumenta con la tripla di Delininkaitis e un altro layup del lungo baltico. La SikeliArchivi di fatto sparisce dal campo, al jumper di Ikovlev risponde Johnson con un'altra tripla, imitata poco dopo da Butkevicius. Non esiste più partita, ancora Galdikas porta il vantaggio ospite sul trentello, Di Carlo capisce l'antifona e ferma la partita per gestire il minutaggio dei suoi. C'è spazio anche per i giovani Donda, Galipò e Zanatta in casa paladina, ma il Neptunas non si ferma e trova la bomba anche con Beliauskas per il +32, calmierato da quattro punti in fila proprio di Donda, servito da Zanatta per un canestro che profuma di grande gioventù. Ma l'Orlandina prende un'altra scoppola che, di fatto, chiude ogni discorso per il prosieguo dell'avventura europea.

SIKELIARCHIVI CAPO D'ORLANDO - NEPTUNAS KLAIPEDA 60-90 (13-20, 28-43, 47-62)

ORLANDINA - Galipò, Alibegovic, Ihring, Kulboka, Laganà, Strautins, Delas, Edwards, Zanatta, Wojciechowski, Ikovlev, Donda.

NEPTUNAS - Tello Palacios, Johnson, Kisielius, Girdziunas, Delininkaitis, Seibutis, Zelionis, Galdikas, Jucikas, Beliauskas, Butkevicius.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php