Live Sicilia

calcio - serie c

Catania, Lucarelli punge i suoi:
"Nel primo tempo poca fame"


Articolo letto 396 volte

Il tecnico rossoazzurro commenta la vittoria ottenuta sul campo della Paganese.

VOTA
0/5
0 voti

CATANIA - Il rotondo successo del Catania a Pagani ha rilanciato, una volta di più, l’entusiasmo in casa rossazzurra anche se nessuno si illude più di tanto che il cammino verso la serie B sarà facile. Il girone meridionale di terza serie nasconde insidie continue e, anche contro avversari nettamente inferiori, rischi costantemente la figuraccia. Al Catania è capitato contro Fondi e Leonzio in casa, contro Casertana e Reggina in trasferta: circostanze in cui i rossazzurri hanno buttato via punti preziosi per la classifica che si tramutano nell’attuale distacco dalla capolista Lecce. Ma forse, per il momento, è preferibile non guardare troppo la graduatoria affrontando ogni partita come se fosse quella decisiva.

Nel dopo gara contro la Paganese, Cristiano Lucarelli - pur soddisfatto per la bella affermazione condita da 5 gol segnati in 38 minuti - non ha mancato di sollevare alcune questioni: “Sono arrabbiatissimo –ha esordito l’allenatore livornese- perché nel primo tempo ho visto poca fame, poca rabbia, poca cattiveria agonistica da parte dei miei calciatori. Dobbiamo avere la bava alla bocca, dall’inizio al novantesimo, senza lasciare l’iniziativa agli avversari. Le nostre prestazioni necessitano di continuità nri due tempi di gioco. Sono contento per i nostri tifosi che meritavano questa vittoria dopo aver fatto tanta strada in un giorno feriale. Dobbiamo essere più cattivi, più devastanti perchè abbiamo i mezzi per farlo. Ripa? L’aver fatto gol può sbloccarlo e noi abbiamo bisogno dei suoi gol. Al di là dei moduli che attuiamo, a fare la differenza dovranno essere rabbia e determinazione. Dobbiamo essere più spietati sotto porta. Non siamo ancora una macchina perfetta ma possiamo diventarla”.

Intanto, la risicata vittoria interna del Lecce contro la modesta Casertana ha lasciato invariato il distacco in classifica. Domenica prossima (ore 18,30 al “Massimino”) i rossazzurri affronteranno il Catanzaro ringalluzzito dal successo sul Monopoli. Avversario ostico, quello calabro, da affrontare con la massima attenzione e concentrazione aspettando buone nuove da Siracusa dove sarà impegnata la prima della classe salentina.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php